.
Annunci online

  dalmiopuntodivistacon [ considerazioni, opinioni e ricordi di una professoressa in pensione ]
         

Perchè pubblico il mio Diario

Con questi chiari di luna che illuminano una scuola “sgarrupata” ed inefficiente ho pensato che la mia testimonianza reale, perché scritta per liberare nell’inchiostro il veleno o la disperazione o anche l’allegria delle mie giornate, possa mettere in luce quell’impegno, sottovalutato non solo dal punto di vista economico ma anche da quello morale, che fa di una persona “un insegnante” e di una scuola un “luogo di crescita civile e culturale”, senza i proclami vuoti di contenuto di classi politiche prive di intelligenza logica.

Seguirò, riportando le pagine del mio diario di un “qualsiasi” anno di scuola, il procedere del tempo.

Naturalmente son situazioni di parecchi anni orsono che ho deciso, con un po’ di imbarazzo per lo specifico tono autobiografico, di pubblicare in questo spazio che è diventato il mio diario virtuale, sperando che il giudizio non sia troppo severo.

Scuola Maltrattata..1° e 2° puntata.

Dal mio diario ..3° puntata.

Dal mio diario ... 4° puntata

Dal mio diario ... 5° puntata

Dal mio diario ... 6° puntata

Dal mio diario ... 7° puntata

Dal mio diario ... 8° puntata

Dal Mio Diario : Intermezzo...

Dal mio diario ... 9° puntata

Dal mio diario ... 10° puntata

Dal mio diario ... 11° puntata

Dal mio diario ... 12°...

Dal mio diario ... 12°...II°

Dal mio diario ... 13° puntata

Dal mio diario ... NATALE...

Dal mio diario ... 14° puntata

Dal mio diario ... 15° puntata

Dal mio diario ... 16° puntata

Dal mio diario ... 17° puntata

Dal mio diario ... 18° puntata

Dal mio diario ... 19° puntata

Dal mio diario ... 20° puntata

  LIBERA DI SCRIVERE !

la legge è uguale.JPG

free bloggerC3.jpg


11 aprile 2008

“DONNA” NON TI ALLARGARE..!

Dopo qualche minuto di ricerca son riuscita a ritrovare la mandibola che mi era caduta nel legger la “cronaca” di un comizio elettorale rivolto alle “donne” al Palacongressi dell’Eur. Si “donne” virgolettate per esprimere il rispetto dovuto alle custodi del focolare, alle “pazienti e comprensive madri e mogli” regine del desco familiare e del conforto muliebre.
Dopo aver espresso in altre occasioni l’invito al connubio interessato come soluzione alla precarietà, e desideri comuni alla maggior parte dell’universo maschile nei confronti del “gentil sesso”, ora il solito leader esplicita la sua idea nei riguardi della funzione della donna nel mondo della politica : cuoca !
Signore, per i giorni del voto ho una missione speciale per voi : cucinare.”.. “Cose dolci e squisite, mi raccomando.”
Il mio primo pensiero è stato quello di preparare una serie di ottime crostate, fatte con marmellata casalinga, e con l’aggiunta di un ingrediente speciale così da renderle utili oltre che buone, cioè la fenolftaleina (principio attivo di molti purganti).
“Le nostre padrone : tra le mura domestiche siete voi. … Quando voi entrate nel vostro dominio, nella casa, noi uomini diventiamo sudditi.”
Il mio secondo pensiero è stato quello di imitare l’orgia nazista di Mosley, senza divise però, perché le ritengo offensive e di pessimo gusto, ma utilizzando il vero “gatto a nove code” con i suoi pallini di ferro, e non per il piacere sessuale, ma per quello sadico di calpestare un essere talmente presuntuoso da non accorgersi di quanto lo sia.
Quello che mi offende è che altre donne abbiano sorriso maternamente orgogliose alla boutade, pronte magari ad ordinare alla “filippina” di turno strudel e crostate, o di approntarle di propria mano fiere della propria sudditanza.
Cinquant’anni di lotta per conquistare una parità ancora lontana, ed ora la prona esposizione delle proprie terga ad uso e consumo di chi con l’adulazione vuol ristabilire i ruoli d’anteguerra, forse anche rinverdendo l’ incitamento alla procreazione plurima in nome della stirpe italica.
Voi arrivate alle soluzioni per istinto. … Voi siete più brave a scuola. .. Voi siete più affidabili in ufficio.”
Il mio terzo pensiero è stato : Se siamo istintivamente indirizzate alla soluzione dei problemi, se siamo più colte, se siamo più affidabili perché ci releghi nel ruolo di cenerentole del focolare domestico? Che diamine ci frega di avere una scolarizzazione migliore se dobbiamo fare le crostate? Forse per interpretare la ricetta ? E l’affidabilità è intesa come “siete brave a fare e portarci il caffè, o sbrigare le faccenduole che ci rompono i coglioni in ufficio” ? Già, perché ..
Non voglio stancarvi con questioni tecniche..”
Cioè anche se avete una laurea, anche se siete in grado di fare tante cose , non siete sufficientemente forti da comprendere i meccanismi della politica, un mestiere da uomini !
Porca paletta !! Il prossimo passo sarà quello di tirar nuovamente fuori il delitto d’onore?
La nuova era de Burka si avvicina.
Ancora una volta noi donne dobbiamo sentirci messe da parte, forse perché realmente abbiamo una marcia in più che fa paura a chi per carenza di sensibilità ed eccesso di autostima si sente “seduto alla destra del padre”.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. attualità politica donne

permalink | inviato da AnnaSerenity il 11/4/2008 alle 19:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia            maggio
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom