.
Annunci online

  dalmiopuntodivistacon [ considerazioni, opinioni e ricordi di una professoressa in pensione ]
         

Perchè pubblico il mio Diario

Con questi chiari di luna che illuminano una scuola “sgarrupata” ed inefficiente ho pensato che la mia testimonianza reale, perché scritta per liberare nell’inchiostro il veleno o la disperazione o anche l’allegria delle mie giornate, possa mettere in luce quell’impegno, sottovalutato non solo dal punto di vista economico ma anche da quello morale, che fa di una persona “un insegnante” e di una scuola un “luogo di crescita civile e culturale”, senza i proclami vuoti di contenuto di classi politiche prive di intelligenza logica.

Seguirò, riportando le pagine del mio diario di un “qualsiasi” anno di scuola, il procedere del tempo.

Naturalmente son situazioni di parecchi anni orsono che ho deciso, con un po’ di imbarazzo per lo specifico tono autobiografico, di pubblicare in questo spazio che è diventato il mio diario virtuale, sperando che il giudizio non sia troppo severo.

Scuola Maltrattata..1° e 2° puntata.

Dal mio diario ..3° puntata.

Dal mio diario ... 4° puntata

Dal mio diario ... 5° puntata

Dal mio diario ... 6° puntata

Dal mio diario ... 7° puntata

Dal mio diario ... 8° puntata

Dal Mio Diario : Intermezzo...

Dal mio diario ... 9° puntata

Dal mio diario ... 10° puntata

Dal mio diario ... 11° puntata

Dal mio diario ... 12°...

Dal mio diario ... 12°...II°

Dal mio diario ... 13° puntata

Dal mio diario ... NATALE...

Dal mio diario ... 14° puntata

Dal mio diario ... 15° puntata

Dal mio diario ... 16° puntata

Dal mio diario ... 17° puntata

Dal mio diario ... 18° puntata

Dal mio diario ... 19° puntata

Dal mio diario ... 20° puntata

  LIBERA DI SCRIVERE !

la legge è uguale.JPG

free bloggerC3.jpg


7 agosto 2011

S’IO FOSSE FOCO…

 

rifiuti,napoli,legaS’io fosse foco arderei lo mondo.

Ma son solo una “vecchia signora” ampiamente a disagio nel vivere in una società che non riconosco più.

I miei valori son diventati dei disvalori.

La gente non conosce più cortesia, gentilezza, rispetto, umanità e segue chi mostra arroganza e disprezzo.

Ancora una volta alcune dichiarazioni del “senatùr” hanno effetti indesiderati sul mio umore.

Mi riferisco a :

"I rifiuti di Napoli se li tengano. Anche se il presidente della Repubblica, che ha firmato il decreto, ha detto che però non è sufficiente. Vabbè, lui è originario di Napoli, capisco. Però la gente del nord non vuole i rifiuti di Napoli".

Ed io sarei di parte perché son nata a Venezia? Dovrei quindi star dalla parte dei padani? Di quelli che vanno a riempire l’ampolla alle sorgenti del Po e poi mangiano la carne dell’orso perché rompe le palle a qualche montanaro che gira con le corna sulla testa?

Quegli orsi arrivano dalla Slovenia e quindi son extracomunitari senza rifiuti,napoli,legapassaporto, quindi, dicono, “tutto regolare”. Una battuta, certo, ma ci fosse in embrione il pensiero di banchettare con altra carne senza passaporto?

Questi son fuori di melone!

La natura va rispettata se fa comodo e violata, stuprata, ingannata, uccisa se non lo fa?

La gente del Trentino la conoscevo bene in passato, visto che passavo le mie vacanze in una delle loro valli in un tempo che sembra un secolo fa (e tecnicamente lo è visto che parlo degli anni sessanta più o meno). Gente dal cuore grande e con gran rispetto per quella natura avara ma generosa. Avara perché poco adatta alle esigenze dell’uomo, generosa perché i suoi frutti nascosti nei boschi ancora integri davano cibo e vere e proprie leccornie a chi li rispettava.

Oggi non so più chi siano…

Forse son vittime della dialettica ruspante di gente deteriore.

rifiuti,napoli,legaRitornando alla “monnezza” :

“..il ministro della Semplificazione normativa, Roberto Calderoli, si dice "disponibile ad andare a fare il commissario per l'immondizia a Napoli se comune, provincia e Stato me lo chiedono" tanto, spiega in una intervista a Repubblica, "tutto quello che dovevo fare nella vita l'ho fatto e anche se mi ammazzano non ho problemi".(n.d.r. : Figurati se li ho  io!) "Però - avverte il leghista - sappiano che a Napoli ci vado armato e non porgo l'altra guancia. Vado lì e faccio i buchi, faccio i termovalorizzatori. Punto. Se poi arriva la camorra e spara, sparo anche io. Vediamo chi resta in piedi. E se non riesco a fare i termovalorizzatori tiro fuori il lanciafiamme così libero le strade".

E avveleni quella gente che ti sta chiaramente sullo stomaco, così risolvi due problemi in una botta!

Poi…Fare i buchi? A Napoli? Una città costruita sul tufo e sulla pozzolana delle eruzioni? Tufo già abbondantemente “bucato” a partire dai greci (III sec. a.C.) che “se lo fregavano” per farci i loro templi. Mo’ arriva il padano a metterci il carico da undici!

Ma questo è proprio strafatto! Il tanfo che esce dalla sua bocca ammorba l’aria!

Nord, Sud, Isole… L’Italia è un condominio litigioso. Il vessillo del federalismo, dell’identità territoriale, sono come quegli stuoini messi davanti alla porta che invitano a “pulirsi le scarpe prima di entrare”.

E c’è il condomino che lo fa e quello che lo ignora, magari per dispetto. Ed allora si litiga.

Mi torna in mente un “fatterello” di gioventù.

Abitavamo al primo piano di un condominio di Roma e la signora del piano rifiuti,napoli,legasuperiore annaffiava le piante sul suo terrazzo senza riguardo alcuno per il terrazzo inferiore. Un giorno la mia mamma dovette dissuadermi dal presentarmi alla porta della coinquilina con un secchio d’acqua in mano pronta a “restituirle l’acqua” non appena avesse aperto la porta dicendole :”Signora le è caduta questa e gliel’ho riportata su”.

Sai che bello se i rifiuti del nord dispersi nel sud tornassero al luogo di produzione.  

(“MONNEZZA CITY” TRA VELENI E AFFARI DEL NORD - Viaggio a Giugliano, dove la terra accoglie i rifiuti settentrionali - Da “Il Fatto Quotidiano” di Giovedì 7 luglio 2011 pagina 9)

Storie di vita e di giovinezza.

Il problema dei rifiuti (Un riassunto di Report nel video)

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lega napoli rifiuti

permalink | inviato da AnnaSerenity il 7/8/2011 alle 17:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



21 giugno 2008

ATTENTI AL PAPAGNO IN ARRIVO.. !!

Povera Italia, a forza di pronunciare l’incitamento divenuto partito stiamo scivolando nel guano, ma lo si fa con un sorriso, visto che l’imbonitore di turno ritto in tutta la sua possanza, ottimo allievo del collega celodurista, gonfia i muscoli, tutti meno uno in questo caso, e tuona affacciato al solito palchetto di fronte alla platea che andrà a raddrizzare quel che in sua mancanza si è storto.
“..Rispetto a due anni fa, quando l'ha lasciata da premier, la vede "senza smalto". Per questo, tuona, ha bisogno di un "drizzone". E a darglielo, assicura, sarà lui. "L'Europa è arretrata e io vado a ricostruirla" …”
Un drizzone? Che diamine è? Deriva dal verbo drizzare? E’ un succedaneo del “cartone” del vernacolo romanesco?
Mon Dieu! Se non fosse deprimente l’arroganza del pensiero di potersi ergere a “ricostruttore” dell’Europa, forse non mi scomoderei a commentare la cosa, ma ancora una volta si prospetta per L’Italia una figura decisamente barbina.
Si leggono le cronache da Bruxelles con il patema di ritrovare qualche invito a comparsate in film sui campi di concentramento, o commenti sulle avvenenze o antiestetismi di qualche gentile membro di sesso femminile. Si spera sempre che non chieda di portare crostate o simili alle signore..
Ed intanto per non perdere l’abitudine viene rinnovata la solita solfa delle teorie persecutorie della magistratura : “«Contro di me solo accuse false. Lo giuro sui miei figli»” Non vorrei essere uno dei suoi figli, vedi mai che…
Tanto per cambiare argomento sui giornali appare “la scoperta del secolo” riguardante la scuola :
Scuola, inchiesta: debiti dimezzati in quattro mesi Crollo dei debiti E' stato criticato e in qualche caso anche boicottato, ma il giro di vite dato al recupero dei debiti ha prodotto i suoi frutti: i debiti formativi in appena quattro mesi si sono dimezzati dal 42% al 22,9%.”
Altro se ci credo, anzi lo avevo previsto!
Si elogiano i corsi di recupero, ma mi gioco i calzini (sinceramente ho notizie di prima mano in merito) che la maggior parte delle insufficienze sono state sanate per forza, cioè :
“Raga, domani faccio il compito di recupero e metto gli esercizi di fine capitolo che abbiamo svolto. “
Se non sei tutto scemo ti dai una regolata!
Infatti aumentano i promossi sia ai licei che negli Istituti Tecnici e negli Istituti Professionali addirittura raddoppiano… guarda caso..
Tanto per chiuder in bellezza sto ancora ridendo per l’articolo di Mariano Maugeri apparso oggi, 20 giugno 2008, su ILSOLE24ORE.COM > Economia e Lavoro dal titolo :
RIFIUTI: ARRIVANO GLI «PSICOLOGI DELLA MONNEZZA»
E adesso chi glielo dice ai napoletani che oltre ai mille angeli della monnezza che arriveranno in città a giorni, Guido Bertolaso ha bussato alle porte della federazione psicologi per i popoli per arruolare 300 psicologi che scenderanno a Napoli nei mesi luglio, agosto e settembre? …
Il bello è che “Il verbo scendere non è casuale” perché le associazioni di volontariato degli psicologi sono tutte del centro-nord
«Non si tratta di sostituire i netturbini nella raccolta dei rifiuti, ma di partecipare alle iniziative informative, culturali e di sensibilizzazione che accompagneranno l'avvio della raccolta differenziata presso la popolazione».
Mi domando se c’entra il “celodurista e company”.
La ciliegina sulla torta è nel bando che dice “Se pensi di poter essere tra questi 300 coraggiosi…” Ecchecavolo di opinione hanno di quanti vivono al disotto della linea del Po?
Signùr.. perdona loro perché, anche se sanno quello che fanno, son talmente pirla da non nascondere la loro arroganza e correre dritti verso la catastrofe. Però, ti prego, evita di farci finire tutti nella stessa mer..!
Amen !




28 maggio 2008

CHE V’ASPETTAVATE .. MARGHERITINE?

Continuo a stupirmi dell’ irrazionalità della gente, specialmente di tutti quelli che hanno sostenuto a gran voce (e voto) la coalizione di governo e che oggi si scagliano contro “le frange dell’estrema destra” che esercitano la loro pretesa supremazia sui “diversi” e sugli “oppositori”, e contro i poliziotti che pestano la popolazione, contro chi da fuoco ai cassonetti o, indifferentemente, agli zingari.

Ma che s’aspettavano? I famosi fiori nei nostri cannoni?

Osservando le cose con un normale distacco si può vedere che tutto era largamente prevedibile.

L’avvento a ruoli di governo da parte della destra  che solo pochi anni fa era definita estrema, ha legittimato coloro che son rimasti legati ad una ideologia oltranzista a sentirsi  nel giusto e nella legalità. Poco importa se emerge una condanna morale da parte di chi ha ruoli istituzionali, chi agisce lo vede come parte del gioco necessario per confermare la supremazia.

Il problema delle immondizie, arrivato al quattordicesimo anno di vita cioè all’adolescenza ormai, è totalmente irrisolvibile se non con decisioni drastiche che vanno sicuramente contro gli interessi della popolazione, ma non c’è scampo visto anche che i maggiori responsabili del degrado invece di essere nascosti in una caverna, di quelle che abbondano nei sotterranei di Napoli, per non aver fatto il loro dovere e per essere in molti casi  indagati o addirittura condannati per reati vari, sono ancora attaccati alle loro poltrone quasi avessero la colla sotto le terga.

Lo scontro fisico che ne deriva  avviene con le forze dell’ordine e non con quei “bei signori” che hanno giocato sporco per anni, ed è fomentato da chi vede la possibilità di lucrare nuovamente, e benedetto da una piramide di delegati, adeguatamente e profumatamente pagati, che ha vertice nelle sale del comando istituzionale.

Personalmente userei le ruspe per raccogliere l’immondizia  nelle strade e trasferirla nei giardini delle ville dei suddetti signori , nelle loro piscine, nelle loro auto di lusso.

Nell’ottobre del 2006 ho scritto un “articolo” sullo stesso argomento e dicevo :

“….Facciamo il punto della situazione:

discariche non le vogliono perché puzzano,

termovalorizzatori neppure perché inquinano,

per la raccolta differenziata ci vogliono volontà, organizzazione, senso civico, e addestramento familiare, specialmente nei confronti delle persone cronicamente distratte,

perciò i rifiuti, che non possono essere raccolti, vengono  accumulati per le strade e bruciati con tutti i cassonetti!.....

...............Allora qual è il dilemma? E’ la volontà di operare una scelta con correttezza ed onestà, senza lasciarsi prendere la mano da catastrofismi, giustificati solo dalla  sfiducia nell’onestà delle istituzioni.

L’incoerenza riguarda il discorso che non è possibile avere la botte piena e la moglie ubriaca.

La gente sta abbattendo il consumo di mozzarelle di bufala per via degli inquinanti….senza pensare che la quantità che potrebbe essere assunta è irrilevante, poiché non penso che qualcuno si mangi quotidianamente chili di latticino! Ed in ogni caso ogni giorno alleva i propri “cuccioli” con merendine, cocacola, snak  e dolciumi vari, ed (occasionalmente ?) alimenti da fast food, sui quali ci sarebbe da indagare parecchio, che sicuramente son più dannosi della mozzarella!

La gente protesta contro l’installazione delle antenne per i ripetitori delle compagnie telefoniche, poi sbraita se, attaccata al cellulare ore ed ore, “non c’è campo”!

La gente non vuole le centrali nucleari, né quelle a combustibile fossile  né altre, però si arrabbia come un a jena se rimane al buio per l’interruzione del flusso della corrente, che compriamo dallo stato confinante, il quale ha messo le sue centrali nucleari proprio ad un tiro di schioppo dal nostro paese. (in immagine le centrali nucleari della Francia)

……………… Dalla mia esperienza di vita ho tratto la conclusione che è impossibile accontentare tutti, ed ogni decisione, con i suoi pro ed i suoi contro, deve essere presa con coraggio e determinazione, assumendosene i rischi. Il cercare di mediare, il tentennare nelle scelte equivale al continuare a girare con la macchina intorno alla rotonda, rischiando un incidente per le manovre di falso imbocco di una delle strade e successivo ripensamento, e proprio questo è quanto ho percepito nel leggere la stampa on line.”

Cos’è cambiato?.. Nulla!

Che si arrivasse a quanto sta succedendo? .. Logico!

Prossima fermata?..  L’isola dei Famosi per distrarci un po’! 



sfoglia     giugno        settembre
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom