.
Annunci online

  dalmiopuntodivistacon [ considerazioni, opinioni e ricordi di una professoressa in pensione ]
         

Perchè pubblico il mio Diario

Con questi chiari di luna che illuminano una scuola “sgarrupata” ed inefficiente ho pensato che la mia testimonianza reale, perché scritta per liberare nell’inchiostro il veleno o la disperazione o anche l’allegria delle mie giornate, possa mettere in luce quell’impegno, sottovalutato non solo dal punto di vista economico ma anche da quello morale, che fa di una persona “un insegnante” e di una scuola un “luogo di crescita civile e culturale”, senza i proclami vuoti di contenuto di classi politiche prive di intelligenza logica.

Seguirò, riportando le pagine del mio diario di un “qualsiasi” anno di scuola, il procedere del tempo.

Naturalmente son situazioni di parecchi anni orsono che ho deciso, con un po’ di imbarazzo per lo specifico tono autobiografico, di pubblicare in questo spazio che è diventato il mio diario virtuale, sperando che il giudizio non sia troppo severo.

Scuola Maltrattata..1° e 2° puntata.

Dal mio diario ..3° puntata.

Dal mio diario ... 4° puntata

Dal mio diario ... 5° puntata

Dal mio diario ... 6° puntata

Dal mio diario ... 7° puntata

Dal mio diario ... 8° puntata

Dal Mio Diario : Intermezzo...

Dal mio diario ... 9° puntata

Dal mio diario ... 10° puntata

Dal mio diario ... 11° puntata

Dal mio diario ... 12°...

Dal mio diario ... 12°...II°

Dal mio diario ... 13° puntata

Dal mio diario ... NATALE...

Dal mio diario ... 14° puntata

Dal mio diario ... 15° puntata

Dal mio diario ... 16° puntata

Dal mio diario ... 17° puntata

Dal mio diario ... 18° puntata

Dal mio diario ... 19° puntata

Dal mio diario ... 20° puntata

  LIBERA DI SCRIVERE !

la legge è uguale.JPG

free bloggerC3.jpg


31 maggio 2012

NON HANNO CAPITO NULLA

Lily depressa.JPGIl terremoto quando arriva sconvolge oltre alla terra anche quella vita che faticosamente vi è stata costruita sopra, distruggendo quel “tetto” faticosamente conquistato, e seppellendo quelle piccole cose con cui si rinnovano i ricordi d’ognuno, senza le quali sembra di non avere un passato.

Ricominciare daccapo è possibile in rapporto inversamente proporzionale all’età. Quando i ricordi son tanti, quando le “tue cose” son divenute importanti, quando un giorno dura quasi nulla in rapporto a tutti quelli vissuti, ricominciare è impossibile, e tutto diviene solo un “andare avanti” e basta.

Ascoltavo le parole dette da un qualcuno qualsiasi dei soliti “presenzialisti” del piccolo schermo, a scelta fra giornalisti e politici, e sentivo palpabile la falsità del loro cordoglio, l’assoluta vacuità delle loro parole, la sciacallagine pura fatta dono all’altare del presenzialismo.

Poi c’è stato il viraggio netto dei discorsi sull’affermazione “blasfema” riguardo al campionato di calcio, e lì la partecipazione è diventata vera, l’indignazione palese, il dibattito infocato.scimmia_sorride--400x300.jpg

A parte che l’affermazione  era stata fatta a livello personale ed ipotetico, non istituzionale e programmatico, mi son chiesta il perché sia stata fatta, visto che non ritengo la persona in questione tipo da aprir bocca senza un fine predefinito.

Il volume delle voci sul secondo argomento offuscava quello sul primo, e l’attenzione ritornava puntata su di “un dito” invece che su quella luna piena di buchi vista da lontano piena nel cielo.

E dietro a quel dito continua l’ignobile manfrina dei “non eletti dal popolo” per mantenere i privilegi e continuare a depredare chi è a portata di ladrocinio perché non può opporsi al furto.

Non ho visto che un “moderato” correre al destinare i fondi che forse arriveranno o un dirottarli da altre iniziative, purchè non siano quelle legate al mondo dei privilegiati.

Non hanno capito nulla.

Lo sguardo diretto verso la parte pulita della società nelle ultime elezioni (con le dovute eccezioni) non ha suggerito di usare l’occasione per una virata netta nel senso dell’equità.

Così ci prendiamo tra capo e collo l’aumento delle accise sulla benzina, come quando ero giovane per il Vajont del ’63, per Firenze del ’66, per il Belice del ’68, per il Friuli del ’76, per l’Irpinia dell’1980,

(La vergogna delle tasse sulla benzina Tratto dal sito del Governo italiano  ww.camera.it/_dati/leg14/lavori/stenografici/sed440/pdfbt31.pdf)

senza parlare dell’1,90 lire per l’Abissinia del 1935.

La Casta è incapace di rinunciare al suo danaro.

Sentir parlare di un presidente di provincia che si “regala” vacanze da centinaia di migliaia di euro mentre centinaia di migliaia di persone non riescono ad arrivare a fine mese mi fa salire la pressione.

Sentire disquisizioni dotte sul patrimonio artistico da ricostruire mentre migliaia di persone non hanno più casa mi fa pensare.

Si, pensare che l’arroganza dell’essere umano ancora una volta stabilisce la scala dei valori, decidendo che le persone possono avere pregio diverso a seconda del loro “potere contrattuale”, e che dunque possono essere discriminate anche rispetto alle cose, teorizzando un legame tra di loro che favorendo le seconde offra possibilità alle prime. 

Se nel frattempo non son morte!

IMG_5354.JPG

Penso che la distruzione delle chiese per il terremoto sia la metafora del momento.

Anche i simulacri di una fede che ha abbandonato i suoi stessi principi si sono sbriciolati alla reazione della terra che non premia o castiga, ma semplicemente “vive”.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. terremoto politici casta accise equità

permalink | inviato da AnnaSerenity il 31/5/2012 alle 17:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



24 dicembre 2011

LE TRADIZIONI

Ho sentito alla radio qualcuno che ricordava le tradizioni natalizie familiari della mia infanzia che ormai stanno scomparendo, dalla “letterina a Babbo Natale” alla poesia detta dal più piccolo in piedi sulla sedia davanti al desco natalizio.

Sono ricordi che urtano contro un’attualità di ghiaccio che li raggela.

Come si può indulgere nell’atmosfera buonista del vecchio panzuto con la divisa rossa e la barba bianca quando la tristezza di un domani incerto avvolge ogni pensiero.

Babbo NatalestellaC.JPG

La ricorrenza, legata ad una natività, dovrebbe essere un momento di unione per la nascita di una speranza di un futuro migliore.

Tre uomini su di una torre delle ferrovie di Milano combattono per avere una speranza.

Migliaia di persone (solo in Italia, nel mondo sono milioni) vorrebbero avere quella speranza che viene loro negata da una società nelle mani rapaci di pochi.

Quegli stessi pochi che cercano di vendere il lusso di cui si circondano camuffandosi da poveri incompresi che usufruiscono solo di quanto è di loro diritto e diritto di tutti.

Mi fa incazzare come una jena uno spot che definisce il lusso un diritto.

Mangiare è un diritto.

Essere curati adeguatamente quando si è malati è un diritto.

Avere un tetto sulla testa ed un letto caldo d’inverno è un diritto.

Studiare nelle migliori scuole possibili è un diritto.

Lavorare per mantenere dignitosamente la famiglia è un diritto.

Avere un vitalizio di 3000 euro a 55 anni solo perché si è stati assessori regionali, ancor più se “esterni”, questo NON è un diritto, ma una malversazione nei riguardi di chi non riuscirà mai ad andare in pensione, o ci andrà con due soldi contati chissà quando.

Senza parlare della rapina alle finanze comuni che questo comporta.

Ma l’arroganza della classe dirigente non vuole cedere nulla di quanto ha, e continua imperterrita a gridare le sue pretese, deviando la rabbia del povero verso il diverso.

Esplode allora l’imbecillità di pochi, troppi però per una civiltà millenaria.

Esplode nei confronti di chi ha più dignità di loro.

Quelli con la pelle d’altro colore. immigrati-verso-lampedusa-la-san-marco-posto-per-persone-1.jpgQuelli che hanno sfidato la morte  nel deserto e poi nel mare sostenuti solo dalla forza di un sogno.

Voglio maledire con la potenza della mia indignazione coloro che hanno fomentato e fomentano le menti deboli al razzismo, e, sia chiaro che lo fanno scientemente e non per stoltezza, al fine di poter continuare ad avere mano libera per i loro traffici.

E voglio maledirli anche perché mi hanno tolto la voglia di sorridere.

Allora torno nel “mio mondo fantastico” rileggendo un racconto scritto circa dieci anni fa in cui faccio riferimento ad un “diritto alla felicità” … s’intitola : “Favola di Natale” … guarda caso..

Favola Di Natale

 Dietro i vetri della finestra chiusa la tenda ondeggiava leggera, quasi mossa da un alito di vento;

Seduta sul divano, la mano abbandonata in una carezza continua sulla testa del cane,  Madame  ne osserva il movimento, nella luce di ghiaccio del tardo pomeriggio di quella stupida giornata invernale.

Presto comincerà a nevicare, pensa , ed il pensiero ha il colore della luce e la lievità della neve, e non lascia quasi traccia nella mente, mentre si allontana nelle strade aggrovigliate del cervello a cavallo di un bizzoso impulso elettrico, che sconvolge gli equilibri cellulari in cui incappa. 

Lentamente gli occhi prendono a fissare un punto lontano, creando contorni di ombre grigie, e nelle orecchie prende vita in suono, sempre più netto e sempre più vicino, una cantilena di natale, dalle parole senza senso, ma dalla melodia ben nota.

" ..Ui .scio  ..Meri crismas…….. ui uiscio  a meri crismas end epi niu ir… .."         …e di nuovo…     e di nuovo…

Ma nella casa non c'era nessuno oltre a  Madame  ed al suo cane, e la strada era lontana , troppo lontana per un suono così netto. 

La tenda oscillava sempre di più, ma non c'era alcun alito di vento, e la voce ripeteva all'infinito la cantilena, sempre più vicino alla signora, che quasi per istinto protende una mano verso il suono ritirandola poi di scatto. Aveva toccato qualcosa che però non vedeva! 

Madame protende nuovamente la mano guardando attentamente la punta delle dita. Ad un certo punto cominciavano a scomparire  ed iniziava la sensazione tattile.

Poi anche la mano spinta in avanti sparisce e… il suono s'interrompe,  per un  attimo il silenzio prende la forza di un boato,  poi dal nulla, dove spariva la mano, arriva  uno scroscio di risa e la voce è melodiosa ed infantile , ..

" .. mi fai il solletico !!  Chi sei ? vedo solo le tue dita.. sembri una signora!…"

Madame cerca disperatamente di collegare le sensazioni tattili con quelle uditive e con i pochi elementi scientifici che avrebbero dovuto spiegare il fenomeno, ma lo stupore paralizza le sue facoltà.

La voce  riprende..

" Ehi!! Non ti spaventare!!  Non  c'è nulla di cui avere paura ! E' solo un normale fenomeno fisico! Non te lo hanno spiegato a scuola?…" 

Madame prende fiato e proferisce un "no" talmente flebile che non muove quasi l'aria.

"Certo.." dice la voce " non mi capacito mai di come la mia dimensione, pur essendo parallela alla vostra  sia  tremendamente più sviluppata!...

…Forse sarà  merito della struttura dell'antielettrone  che riesce , con la sua carica positiva , a favorire tutte le attività cerebrali, le sinapsi vengono attraversate più facilmente per uno squilibrio di potenziale opposto al vostro! "…

Madame prende nuovamente  fiato e si raddrizza sul divano. Il cane non mostra segni di nervosismo anche se segue attentamente le mosse della padrona. Forse non sente la voce…  forse si tratta di un sogno…

" Perché il cane non  sembra sentirti? …. Cosa significa antielettrone?..  dimensione parallela.. che cos'è?.." 

.." Si, calma, ora ti spiego;

Neppure io ti vedo ma ti sento soltanto, se passi attraverso la zona di perturbazione posso vederti, ma non lo fare totalmente perché poi non so se potresti rientrare nella tua dimensione, il passaggio potrebbe essere irreversibile o causare danni permanenti al ritorno. Sono colta ma non sono un'esperta del fenomeno.

Sai che esiste l'antimateria…… è formata esattamente come la materia che tu conosci, protoni, neutroni, elettroni, ma con cariche esattamente opposte, cioè il protone dei miei atomi è negativo, dei tuoi è positivo, ma hanno la stessa massa e la stessa disposizione nel nucleo. E così anche per gli elettroni che, per me sono positivi per te negativi, l'unica differenza è nel campo generato dallo  spin……sai di che si tratta?"

…"no" ….

 " L'elettrone gira su se stesso generando un campo elettrico  che ha un verso opposto nelle due dimensioni… quali caratteristiche determini non lo so.. , ma , se pure siamo uguali come forma e dimensioni , abbiamo occhi, naso, bocca, eccetera anche noi, pure siamo più  evoluti della vostra specie, i nostri esperti hanno inventato delle lenti particolari che permettono di vedere la vostra dimensione, per questo so come siete fatti.  Ogni tanto tra materia e antimateria si forma una specie di fascia di transito per cui possiamo entrare in contatto. Il Cane sente la mia voce ma non mi vede… quindi pensa sia la radio.. o la televisione…… voi siete ancora alla televisione non è vero?…… " 

.." Si, sono sconvolta! Perché  nessuno ha mai parlato di questo? …..eppure non devo essere stata la prima……"

.." Certo che no!.. non ci facciamo  sentire spesso, ci piace giocare sugli equivoci….  In fondo è la nostra televisione, giocare con voi…..Mai sentito parlare di fenomeni paranormali?..  Siamo noi che facciamo spostare i tavolini nelle sedute spiritiche! Come ci divertiamo a rispondere secondo scemenza alle vostre paure!…. Abbiamo dei piccoli apparecchi che si comperano nei supermercati, che ci permettono di attraversare le perturbazioni, ma voi non potete vederci perché non rifrangiamo le vostre lunghezze d'onda, ma altre a voi invisibili.

Ho visto la tua mano perché stavo indossando gli occhiali dell'altra dimensione, li ho presi quando mi sono sentita toccare. "

.. " perché ti sento?"..

“perché  sfruttiamo le stesse lunghezze d'onda nel campo dei suoni, e questo ci permette di sentire da uno spazio all'altro. "

…" Allora tutte le storie di fantasmi.." ..

" Ah! Ah! .. Certo ..è sempre molto divertente…  Pensa che la scorsa settimana ho comperato un pacchetto viaggi per un castello scozzese…in quella zona sono frequentissime le perturbazioni!!

Il prossimo fine settimana , con mio marito e la bimba andiamo a spaventare qualche turista in cerca di emozioni!!"..

.. " Pacchetto turistico?.." …

"certo…. Visitiamo la nostra Scozia  … e spaventiamo la vostra….."

 .. " Ma non ci sono rischi?" ….

" No! .. forniscono tutta l'attrezzatura necessaria direttamente nel pacchetto!"

…".. ma il contatto tra materia e antimateria non dovrebbe creare  l'annichilimento della materia?.." …

" Certo se avviene in condizioni di stato normale e non perturbato come ora!.. Nella perturbazione dimensionale le caratteristiche personali restano invariate ma non entrano in contatto  con gli opposti per una sorta di campo in opposizione… non lo so spiegare meglio… è un fenomeno legato al campo  elettrico generato dalle nostre strutture  opposte, che non si attira ma può coesistere.. non mi chiedere di più! .." ..

" Quanto dura questa perturbazione?"..

 "… è stata inattesa quindi da un momento all'altro può chiudersi…a proposito mi chiamo Anna e tu?…."

..  " Anna anch'io. Quanti anni hai?… io cinquanta.."..

" Anch'io cinquanta e sono sposata con una figlia che si chiama  Sonia."…

.." Sonia come mia figlia!… senti .. tuo padre si chiamava Nino? E tua madre Eva?" ..

" Già!!!! … E' un fatto eccezionale incontrare il proprio opposto!  ..   Sai che siamo esattamente uguali?.. Ho infilato la testa nella perturbazione e ti ho vista! ..  "

.." .. sono perplessa, ma la cosa mi piace..  vivi una vita uguale alla mia?…."  …

" Non credo, ma solo perché le realtà sono diverse, però qui io sono quello che saresti tu se fossi al mio posto.." ..

" cioè.. che vita fai? "..

" .. insegno, come te, ma  nelle nostre scuole dove tutto è più tecnologico, ci pagano meglio di voi, sappiamo tutto dai racconti dei viaggiatori fra le due dimensioni, e, poi, sono stata eletta nella commissione del “diritto alla felicità” e sto facendo un ottimo lavoro, specialmente con i ragazzi….. sono riuscita ad introdurre delle macchine che permettono di sentirsi felici solo quando si apprende una cosa nuova!"

.." Invidia feroce! Ecco cosa sento! Darei la metà dei miei organi interni per avere la macchina!"…

" Pazienta ! Arriverà presto anche da voi, visto che tutto comincia dalla realtà virtuale.. quella con casco e guanti…..noi non la usiamo più…ormai tutto è diventato micro….. basta un elettrodo sulla tempia e puoi fare… l'amore con chi ti pare o essere gratificato da una torta senza mangiarla davvero, o imparare ed essere felice!"

…" Spero di vederla questa realtà.. per ora comincerò a sognarla.."..

" …la perturbazione si sta chiudendo.   Ciao….Se si riapre torn……"

….." ciao….."

Madame immersa nei suoi nuovi pensieri si riappoggia allo schienale del divano….gli occhi si perdono nel grigio del pomeriggio……cominciano i primi fiocchi di neve……domani è Natale. 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politici speranza casta lusso natale

permalink | inviato da AnnaSerenity il 24/12/2011 alle 17:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



7 agosto 2011

VIENI AVANTI, CRETINO!

 

politica,scuola,lega,finanziaria,casta,privilegiNon so da chi cominciare, visto che sembra il congresso dei cretini.

Ma si! Cominciamo da quello, anzi “quelli” che penso siano parte delle persone dall’evoluzione geneticamente bloccata alla fine dell’era glaciale, con i neuroni ancora leggermente congelati.

politica,scuola,lega,finanziaria,casta,privilegi

Mi riferisco al popolo che va nella piana di Pontida con la faccia dipinta di bianco e verde e le corna incollate su una insalatiera usata come cappello, e all’imbarazzante “capo” che blatera e gesticola dal palco nel modo che la sua condizione di salute attuale gli permette.

Mi son presa la briga di leggere “l’impegno del governo per i prossimi 180 giorni” distribuito agli astanti.

Ma non son gli stessi punti programmatici già presentati più e più volte? Ma non son forse “coloro” nelle stanze di potere della “Roma ladrona”? Quella stessa Roma che stanno bellamente occupando con la colla nelle tasche per usarla quando si siedono su una poltrona?

politica,scuola,lega,finanziaria,casta,privilegiRisultato?   Il pensiero : “Ma questi ci sono o ci fanno?”

Se ci credono… ci sono. Se non ci credono però ci stanno… ci fanno.

In ogni caso come si può prestare fede ancora a chi son anni che vende aria fritta… A meno di non girare con la cazzarola cornuta sulla testa ed allora tutto è possibile!

Ed ora giocano a fare i “duri e puri” con la monnezza di Napoli. Niente trasferimenti in altre provincie.

Eggià! Finché lo faceva la cricca di Bertolaso & Company tutto bene, ora che qualcuno di onesto ha messo da parte gli intrallazzatori no!

politica,scuola,lega,finanziaria,casta,privilegi

Senza ripensare a come l’imprenditoria padana, asl comprese, fosse ben felice di pagar poco lo smaltimento dei rifiuti speciali  e non porsi domande di “dove” fossero smaltiti, anche se facilmente intuibile il viaggio verso sud.

Il balletto della finanziaria, poi,  meriterebbe gli onori del palcoscenico.

Il taglio degli sprechi del loro stesso mondo lo fanno con le forbicine per le unghie, per il sociale invece usano la sega elettrica.

Scuola e Sanità si avviano verso un futuro di casta, cioè chi ha il danaro può avere tutto, chi non lo ha … peggio per loro!

Le auto blu, per quelle solo la cilindrata dei nuovi acquisti sarà limitata. Ma i voli di stato saranno limitati … forse… 

E le baby pensioni per loro, quelle guai a chi le tocca.

La Camera costerà nel 2011 un miliardo e non riuscirà ad abbassare questo tetto siderale né nel 2012 né nel 2013. Anzi, tra due anni, alla fine naturale della legislatura (sempre che ci si arrivi) costerà 74 milioni in più passando dalla previsione del 2011 di

1miliardo.070milioni.994mila.520euro,57centesimi

a 1.114.219.354 di euro. 

A quella data è destinato a pesare in bilancio soprattutto l'aumento dell'iperbolica cifra stanziata per i vitalizi dei parlamentari. Molti lasceranno il Transatlantico e non lo faranno a mani vuote. Lo stanziamento previdenziale passerà dagli attuali 138.200.000 a 143.200.000.

Oggi i deputati che prendono la pensione sono 1329 e 484 i familiari che godono della reversibilità. In totale 1813 persone che in media portano a casa 6352 euro mensili a testa.

Alla faccia di chi 6352 euro li prende in un anno intero di pensione e chi non li raggiunge neppure.

La proposta di abolire il vitalizio dopo solo 5 anni e' stata così (guarda video) accolta alla Camera: SI :  22    -   NO : 498.  Bipartisan ovviamente.

Il presidio medico interno alla camera costa 1 milione e 615 mila euro l'anno. Spesa indispensabile, a Roma infatti non ci sono ospedali.

politica,scuola,lega,finanziaria,casta,privilegiForse una normalissima “infermeria”, magari presidiata da un’infermiera non sarebbe sufficiente per quel gerontocomio che è la Camera! (A scuola in infermeria c’erano solo dei cerotti, un abbassalingua, un fagiolo per vomitarci dentro, e i bidelli o i professori che misuravano la febbre con il termometro di dotazione… per più di settecento persone, ma giovani o giovanili…)

Per non parlare dei servizi costosi ed efficienti di Montecitorio. Un esempio per tutti: i servizi di ristorazione e la spesa al mercato costano in tutto 6 milioni di euro.

Ed io che mi straccio le vesti se spendo più di 150 euro la settimana! (Un terzo in frutta e verdura).

politica,scuola,lega,finanziaria,casta,privilegi

Dulcis in fundo, dopo l’assunzione di una pillola per il mal di fegato, il mostro d’arrogante vuoto intellettivo, ma di elevate capacità adulatorie e servili, della min-pub-istr. si lancia nella “svolta epocale” per la maturità fatta a quiz dall’INVALSI.

Visto che hanno avuto un sucessone con le griglie di valutazione sbagliate di quelli delle medie di quest’anno, il prossimo vogliono toppare quelli della maturità.

Ma questa manica di smidollati chi li boccia?

M’è capitato di leggere su di un giornale che son diminuiti i bocciati nella zona “perché studiano di più”. Non perché gli insegnanti sono ormai alla frutta e promuovono chi sa scrivere il proprio nome e cognome senza errori. Tanto nelle condizioni indecenti in cui son costretti a lavorare di più non si riesce ad insegnare!

Intanto : “Rotondi dice no ai tagli dei privilegi “La gente ci detesta, difendiamo la Casta””

Finalmente uno che dice quello che tanti di loro pensano! E difendiamo anche dai processi in corso “the Boss”, visto che ci siamo, infilando nella “finanziaria” le norme bocciate a gran voce da quelle 

nullità degli elettori.

politica,scuola,lega,finanziaria,casta,privilegiPoi , per i sacrifici veri, rimandare tutto alla prossima legislatura, così “son ca… di chi ci sarà” intanto “noi” ci pariamo il c…!

Mah! più che cretini questi son delinquenti e la cricca una vera e propria società a delinquere, compresi quelli che strillano “Roma ladrona” e usano il potere per interesse privato e scopi chiaramente nepotistici.

 




1 giugno 2011

SèMO FòRA COL MùSSO

scuola,politica,crisi,casta,privilegi,disabili“Sèmo fòra col mùsso”(siamo usciti con il mulo..  il cavallo era per i “signori”) mi diceva la nonna quando, piccina, le chiedevo di comperarmi quella cioccolata che mi faceva tanta voglia, ed io comprendevo che non c’era danaro per le cose non indispensabili.

Cari Signori che state col deretano incollato alle poltrone, totalmente sordi e ciechi alle necessità della gente, talmente concentrati sulle vostre voglie da studiare ogni strategia, anche truffaldina, pur di soddisfarle,… noi il mulo ce lo siamo dovuto vendere per andare avanti!

Ed ora siamo in giro con l’ST, che non è una fuoriserie, ma sono le iniziali di “suole” e “tacchi”!

Madàme Morattì ha già predisposto, in caso di secondo mandato, la costruzione di un palazzo per il comune del costo di 120 milioni (più le spese che seguiranno per arredi e trasferimenti vari. Visto i gusti del bat-rampollo, che da qualcuno deve pur aver preso, non ci andranno leggeri, penso.)

Tanto mica paga lei.

Qualcuno parla con insistenza di delocalizzazione dei ministeri. Danno lustro e tirano danaro.

Forse sarebbe più onesto dire che danno posti di lavoro di tipo clientelare. E poi i trasferimenti non sarebbero certo a costo zero.

Così dopo il lievitare del numero dei sottosegretari, lieviterebbero anche i funzionari. Sempre con logiche clientelari naturalmente.

Tanto mica pagano loro.

Se ben ricordo la partenza era stata per una “pulizia” del numero delle cariche e delle leggi inutili… seee! come quando io metto in ordine l’armadio : “..questo lo tengo che può servire… questo mi può essere utile… questo è un ricordo di…” E conservo anche la polvere.  Naturalmente poi continuo ad accantonare  cose inutili per gli altri… (come i “responsabili”, utili solo a se stessi e ad uno a caso.)

L’economia non decolla, e la spesa pubblica aumenta grazie agli sprechi di un malgoverno generalizzato, che permette dalle pensioni baby di svariate migliaia di euro alle auto blu per andarescuola,politica,crisi,casta,privilegi,disabilianche al cesso, mentre le volanti della polizia sono tenute in funzione da spago e colla.

Allora, visto che chi legifera non vuol rinunciare a nulla, per risparmiare si guarda alla scuola.

Un paio di senatori (PdL) presentano un disegno di legge che apre ai privati “il sostegno agli allievi disabili”, naturalmente pagato dalle famiglie… anche perché le scuole lo potrebbero fare solo mandando i docenti, la sera, a prostituirsi.

Il busillis è nella visione, fraudolenta,  che vogliono avere del servizio pubblico come “azienda”.

L’azienda che intendono è quella del tipo privato, che deve avere profitti, deve seguire il mercato, e che mette a rischio il capitale.

Ma l’istruzione è un capitale che frutta solo a lunga scadenza.

E’ un capitale non immediatamente quantificabile. E’ un capitale legato a parametri imprevedibili, come la capacità di sviluppare abilità non apparenti connesse con lo stimolo del docente.

La scuola italiana dell’obbligo aveva raggiunto in questo campo livelli degni di nota, ed ora, grazie all’insipienza di una massa di percoroni, sta scivolando tutto nel cesso, acqua del bagnetto e bambino compreso.

E quei pirlotti che blaterano con cadenze dialettali che ci vuole manodopera specializzata stanno affossando le scuole pubbliche tecniche e professionali con taglio di ore e di fondi, forse per usare i corsi della provincia o della regione per lo stesso scopo, purtroppo con il  risultato di formare  tecnici meno qualificati.

scuola,politica,crisi,casta,privilegi,disabiliIntanto qualcuno sbandiera la connessione wi-fi nelle scuole… che spesso non hanno i pc, o hanno solo quelli che recuperano da aziende o banche che li cambiano.

Lo sostengo, e lo sottoscrivo se necessario, per cognizione di causa.

Mi viene in mente quella canzone : “Balocchi e profumi”. La bimba morente siamo noi e la mamma chi ci governa.

Attenta mamma che la ragazzina non è poi così moribonda da non tirare fuori la rabbia e strangolarti!




6 marzo 2009

..CHEDDOLORE !!!

 Povero il mio fegato! Povere le mie cornee diventate gialle per l’attacco di bile! Povera un’altra parte del mio corpo per la sensazione di essere presa per.. i fondelli tre volte al giorno prima dei pasti.. Cheddolore !!
Tu vivi la tua piccola esistenza pensando d’essere oggi tra i privilegiati per la tua situazione di pensionata e poi ti trovi a leggere che (si parla dei politici):
“..Oltre al vitalizio, conquistato calcando la scena, a fine carriera si aggiunge un affidamento in danaro a titolo di "solidarietà" o di "reinserimento sociale". L'assegno è pari all'80 per cento dell'indennità per il numero degli anni in cui ha frequentato il Potere. Ti hanno cacciato dal Parlamento e ora? L'anziano Armando Cossutta ha ottenuto 345.600 euro, per esempio. Il più giovane Clemente Mastella 307.328 euro. Proprio Mastella, causa licenziamento, ha raccolto il dovuto: vitalizio (9600 euro lordi mensili) e assegno di solidarietà. ..”
CA…!!!
Mi son sbattuta come una deficiente per 30 anni a cercar di far diventare uomini più di tremila adolescenti brMonkey2.jpgufolosi e scorbutici, lottando contro il mondo intero per far avere loro il meglio che potessi e.. CA..!, CA..! ,CA..! ,ed ancora CA..! “quell’anello mancante” alla teoria darwiniana becca in un mese quanto io in cinque mesi, al lordo naturalmente!
E se dovesse morire, e sottolineo che non me ne fregherebbe un accidente, la sua gentile signora, magari condannata per le porcate fatte da politica, ma sicuramente libera cittadina, grazie ad un atto che concede una somma fino a 5 mila euro per le spese relative a funerali di deputati in carica o cessati dal mandato, potrebbe anche fargli una bara più bella! Mentre se crepo io grasso che cola se i miei non fanno il mutuo per farmi cremare come desidero!
Mortacci loro! (e sono in argomento!)
Per farmi ancora più male ho scoperto che : “…la Camera dei deputati ha riconosciuto, dopo una annosa vertenza, il secondo livello retributivo ai suoi autisti. Porterà a 10.164 euro la retribuzione mensile lorda (dopo 35 anni di lavoro) a chi conduce l'auto blu. Tre autisti dell'Atac ci vogliono per farne uno della Camera.”.. e siamo in tempo di crisi altrimenti sai tu ..!
Cheddolore!!
Intanto si dice che non è vero che la crisi sia così tremenda, ora si parte con “le infrastrutture”, dalla SA-RC al ponte di Messina, che daranno tanto lavoro a mafia e camorra, e ad opere finite non succederà più che : “Maltempo, neve in Hurricane.jpgCalabria e Basilicata - Frana sull'A3, chiuso un tratto ROMA (6 marzo) - Come preannunciato dalla Protezione Civile il maltempo non dà tregua all'Italia. … Neve al sud e difficoltà sulle autostrade. In Calabria rimane chiusa la corsia sud del tratto dell'A3 compreso tra gli svincoli di Sicignano e Polla a causa di una frana verificatasi nella tarda serata di ieri al km 59,300. ..
Però per “ L'Anas: «I 2 miliardi che il governo stanzierà per la Salerno-Reggio Calabria saranno sufficienti a completarla entro il 2012-2013» “ Intanto .. pedali!
E nel frattempo.. “Il perdurare di intense piogge ha, intanto, imposto la sospensione dell'erogazione idrica in tre Comuni del Materano (Pisticci, Montalbano Jonico e Tursi). ..
Piove e ti tolgono l’acqua.. c’è qualcosa che non torna! Che ca… di situazione infrastrutturale hanno laggiù !Dentures_in_Glass.jpg
Ma mo’ je fanno er ponte.. Io je farebbe la dentiera e non er ponte a quarchiduno che so io!
Poi spulciando qua e là scopri che i soldi sbandierati per le “infrastrutture” sono già stati previsti e in gran parte usati (sembra per le ferrovie), esistono solo poche briciole… a meno che non vengano stornati da qualche altra parte.. per esempio dalla scuola e dalla giustizia!
CHEDDOLORE !!!!



sfoglia     aprile        giugno
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom