.
Annunci online

  dalmiopuntodivistacon [ considerazioni, opinioni e ricordi di una professoressa in pensione ]
         

Perchè pubblico il mio Diario

Con questi chiari di luna che illuminano una scuola “sgarrupata” ed inefficiente ho pensato che la mia testimonianza reale, perché scritta per liberare nell’inchiostro il veleno o la disperazione o anche l’allegria delle mie giornate, possa mettere in luce quell’impegno, sottovalutato non solo dal punto di vista economico ma anche da quello morale, che fa di una persona “un insegnante” e di una scuola un “luogo di crescita civile e culturale”, senza i proclami vuoti di contenuto di classi politiche prive di intelligenza logica.

Seguirò, riportando le pagine del mio diario di un “qualsiasi” anno di scuola, il procedere del tempo.

Naturalmente son situazioni di parecchi anni orsono che ho deciso, con un po’ di imbarazzo per lo specifico tono autobiografico, di pubblicare in questo spazio che è diventato il mio diario virtuale, sperando che il giudizio non sia troppo severo.

Scuola Maltrattata..1° e 2° puntata.

Dal mio diario ..3° puntata.

Dal mio diario ... 4° puntata

Dal mio diario ... 5° puntata

Dal mio diario ... 6° puntata

Dal mio diario ... 7° puntata

Dal mio diario ... 8° puntata

Dal Mio Diario : Intermezzo...

Dal mio diario ... 9° puntata

Dal mio diario ... 10° puntata

Dal mio diario ... 11° puntata

Dal mio diario ... 12°...

Dal mio diario ... 12°...II°

Dal mio diario ... 13° puntata

Dal mio diario ... NATALE...

Dal mio diario ... 14° puntata

Dal mio diario ... 15° puntata

Dal mio diario ... 16° puntata

Dal mio diario ... 17° puntata

Dal mio diario ... 18° puntata

Dal mio diario ... 19° puntata

Dal mio diario ... 20° puntata

  LIBERA DI SCRIVERE !

la legge è uguale.JPG

free bloggerC3.jpg


22 marzo 2010

NON RIESCO A COMPRENDERE

 

13 marzo1.jpgNon riesco proprio a comprendere  come si possa definire la manifestazione del 13 marzo “un aggregato stravagante, un’ammucchiata…” e quella del 20 marzo “..siamo tanti, siamo pdl-san-giovanni.jpgtantissimi..siamo le donne  e gli uomini che amano la libertà…”

..e i òter no?!? Amano la dittatura forse’? Allora ha sbagliato piazza.

Non riesco proprio a comprendere come si possa accettare di avere  a capo del governo un essere vivente capace solo di straparlare in evidente stato di delirio d’onnipotenza;

“…Vogliamo dare più sicurezza per i cittadini, vogliamo arrivare ad avere meno tasse, meno burocrazia, più infrastrutture e più verde. Vogliamo anche vincere il cancro che colpisce ogni anno 250mila italiani e che riguarda quasi due milioni di nostri cittadini.

487b65ee7fb11_zoom.jpgMi ricorda la frase delle reginette di bellezza, la famosa “… Vorrei la pace nel mondo…e poi  vorrei che non ci fosse più fame nel mondo...”

Certo che vorremmo sconfiggere il cancro!

Ma come diamine è pensabile di riuscirci  se si segano le gambe alla ricerca con il taglio secco dei finanziamenti e con la distruzione di una struttura scolastica che, nonostante le pecche, ha sempre dato una base culturale solida a chiunque abbia poi continuato gli studi?

(Treviso. Scuola sul lastrico: supplenti senza paga. Il dirigente della media Grava di Conegliano va in banca per garantire di persona gli stipendi di alcuni docenti)

energia-universale1.jpgForse perché la liberazione della mente dai lacci della conoscenza permette lo sviluppo di doti paranormali che guariscono dalle malattie con le tecniche dell’imposizione delle mani o con il voodoo?

La sicurezza, la diminuzione delle tasse, le infrastrutture, il verde... certo che lo si desidera, ma come si possono avere se ogni sforzo della politica è indirizzato a dare un ministero, un sottosegretariato, una poltrona magari creata ad hoc, a qualche squinzetta che ha solleticato la “fantasia” del capo o a qualche “amico fidato” che nasconde nel suo armadio gli scheletri di altri, con un risucchio del danaro pubblico degno di un’idrovora per fosse biologiche. (Tanto per restare nel tema!)

E come si concilia ciò con la dichiarazione…”..attueremo le grandi riforme. Le riforme istituzionali, dalla riduzione del numero dei parlamentari,(sic!) all'elezione diretta del premier o del presidente della Repubblica;…”

Mi domando come ci ridurremmo noi se riuscisse a farsi eleggere presidente della Repubblica… battutacce, toccatine maliziose, largo sfoggio di “amichevolezza” e di presunzione di infallibilità… Oddio! Preferisco immaginarlo nudo… mi fa meno impressione!

il re nudo.jpgGià, “il re è nudo”, ma solo i bimbi hanno il coraggio di affermarlo, perché son puri di cuore, e solo allora la gente comincia ad aprire gli occhi e vedere la realtà, dice la favola. 

L’Italia è nei guai, ma non per colpa della magistratura, dei comunisti o dei soliti babau, è nei guai per l’indifferenza rapace della maggior parte dei politici nei confronti della situazione contingente. L’unico punto sensibile è la loro pancia!

Mi chiedo chi tra i non addetti sia preoccupato veramente per la mancanza di una o più liste... fermo restando che sappia di che cosa si tratta effettivamente e non approssimativamente o per nulla.Dentures_in_Glass.jpg

Son Lorsignori che son fuori di testa perchè non possono dare la “cadrega” o “el cadreghin” a chi ha lucidato le loro scarpe o le loro dentiere!

A mia cche me ne fotte! Nessuno mi chiude la porta del seggio sul naso e da scegliere ce n’è comunque!

Mi interessa invece tanto che :

“..Nocera, perde il lavoro e si uccide davanti a casa   17/03/2010  Un colpo di pistola alla testa davanti casa, un rumore sordo esploso a distanza ravvicinata, poi la caduta a terra con il volto coperto di sangue…” e “…Nelle stesse ore, a pochi chilometri di distanza, nel Napoletano, un uomo di 59 anni, depresso perché senza lavoro, si stava impiccando nella sua camera da letto. In un giorno solo in Campania due vite spezzate dallo stesso motivo: la perdita del lavoro. Che da dramma si trasforma, purtroppo sempre più spesso, in tragedia.”

Mi interessa che :

“11/03/2010  Rubare il cibo ai bambini Un rapporto del Consiglio di Sicurezza Onu ha svelato il racket degli aiuti umanitari in Somalia nel quale sarebbero implicati oltre i guerriglieri di al-Shabaab e i distributori locali anche dipendenti del World Food Program…”

Mi interessa che finisca la strumentalizzazione della ricostruzione dell’Aquila e dei rifiuti di Napoli, perchè siamo ben consci come la polvere sia solo stata infilata sotto il tappeto invece d’esser tolta!

Ed invece le pagine dei giornali hanno titoli cubitali su quanti peti ha fatto il politico di turno, pagine intere sulle diatribe tra “Nessuno” e “Nessunaltro”.

Cose che hanno la loro importanza, certo, ma che dovrebbero avere rilevanza inferiore rispetto alla disperazione di chi, anche per dolo di “coloro” , non ha più la forza di affrontare la vita. 



sfoglia     febbraio        aprile
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom