.
Annunci online

  dalmiopuntodivistacon [ considerazioni, opinioni e ricordi di una professoressa in pensione ]
         

Perchè pubblico il mio Diario

Con questi chiari di luna che illuminano una scuola “sgarrupata” ed inefficiente ho pensato che la mia testimonianza reale, perché scritta per liberare nell’inchiostro il veleno o la disperazione o anche l’allegria delle mie giornate, possa mettere in luce quell’impegno, sottovalutato non solo dal punto di vista economico ma anche da quello morale, che fa di una persona “un insegnante” e di una scuola un “luogo di crescita civile e culturale”, senza i proclami vuoti di contenuto di classi politiche prive di intelligenza logica.

Seguirò, riportando le pagine del mio diario di un “qualsiasi” anno di scuola, il procedere del tempo.

Naturalmente son situazioni di parecchi anni orsono che ho deciso, con un po’ di imbarazzo per lo specifico tono autobiografico, di pubblicare in questo spazio che è diventato il mio diario virtuale, sperando che il giudizio non sia troppo severo.

Scuola Maltrattata..1° e 2° puntata.

Dal mio diario ..3° puntata.

Dal mio diario ... 4° puntata

Dal mio diario ... 5° puntata

Dal mio diario ... 6° puntata

Dal mio diario ... 7° puntata

Dal mio diario ... 8° puntata

Dal Mio Diario : Intermezzo...

Dal mio diario ... 9° puntata

Dal mio diario ... 10° puntata

Dal mio diario ... 11° puntata

Dal mio diario ... 12°...

Dal mio diario ... 12°...II°

Dal mio diario ... 13° puntata

Dal mio diario ... NATALE...

Dal mio diario ... 14° puntata

Dal mio diario ... 15° puntata

Dal mio diario ... 16° puntata

Dal mio diario ... 17° puntata

Dal mio diario ... 18° puntata

Dal mio diario ... 19° puntata

Dal mio diario ... 20° puntata

  LIBERA DI SCRIVERE !

la legge è uguale.JPG

free bloggerC3.jpg


18 novembre 2009

MARONI: DIVISI? NO.. TRITURATI!

 

  Il lancio di un’agenzia Ansa era “Maroni : divisi”  da cui il facile gioco di parole specialmente per una veneta. (TIRANA, 18 NOV - 'Se la maggioranza e' divisa, l'alternativa non può che essere quella indicata da Schifani', ha detto Roberto Maroni.)

Castagna.jpgGià perché i maroni ce li stanno triturando con il  :”se non fai come dico io me ne vado” e tutti a corrergli dietro mentre ci stanno fottendo l’acqua dal bicchiere senza chiederci il permesso.

Oddio, veramente qualcuno ieri si è accorto di una notizia che nella rete era risaputa da parecchio tempo, ma solo quando è arrivata al senato è scoppiata come una bolla gonfiatasi nella notte.montecitorio.jpg E siccome in troppi si son resi conto della porcata ormai palesata, ecco che si passa attraverso “la fiducia” al governo, che viene concessa per paura di cadere dallo scranno a cui son ben abbarbicati.

E’ quell’abitudine schifosa di far le cose di nascosto per poi metterti davanti al fatto compiuto, così, anche se strilli, ormai l’atto sodomitico è finito e puoi contare solo sul tempo che “agggiusta tutt’e ccose”.

Faccia di bronzo e avanti tutta, con la politica del rospo “un giorno a me l’altro a te”.

CapoC1.JPGQuesta è la realtà di quelli che strillano di essere stati scelti dal popolo ma quale accidenti di popolo! Se le liste erano bloccate e la scelta dei candidati fatta dai soliti ignoti?

Strillano arrampicandosi sugli specchi per coprire il vuoto.

Diceva una mia vecchia zia abitudinariamente bugiarda :” ..e tu rivolgète a Santa Nega, pòi và vedè ‘ndo stà le verità!”.

E penso che i vari presenzialisti televisivi abbiano preso lezione da lei.

Bugiardi e ladri!

Dice lo spot : “ Con un sms regali un futuro ad un bambino”.

Si, se non ti fregano i soldi  per sanare il buco di bilancio di quella fottuta Alitalia, che doveva resistere finché non potessero lucrarci i soliti amici del capo, quella “cordata di Santi Italiani” che passano da una mammella all’altra per restare neDancer_-_Cartoon_2.jpgl giro di “puttanopoli” ed affini.

Perché questo è lo scopo,  vivere strafatti ed insoddisfatti.

(da Il Fatto Quotidiano) “..di Luca Telese - Una ennesima vergogna italiana. I soldi previsti per la ricerca, improvvisamente “dirottati ” per ripianare i debiti di Alitalia. Niente fondi, insomma, per implementare quelli realizzati con Telethon, ma strappati, ufficialmente, per un prestito, il celeberrimo “prestito-ponte”. Ma che adesso, invece, rischiano di diventare l’ennesima sovvenzione a fondo perduto..”

Ladri! E non solo di danaro, ma della fiducia che la gente ha in queste istituzioni!

Come potrò domani dare credito a questa iniziativa? Figli di puttana! Ecco cosa sono.

A proposito.

L’onorevole Gelmini, futura madre (la mamma evidentemente non le ha spiegato cosa succede se si fanno “certe cose” senza prendere le precauzioni del caso), prepara il domani per il suo pargolo (spero sia femmina!) distruggendo la scuola pubblica, perché è convinta che nella privata in cui lo manderà saranno rose e fiori.

rosa rossa.gifCara MeryStar, le rose hanno degli spinoni che son cavoli tuoi e tra i fiori ci son anche i carciofi! E smettila di dire che le dimostrazioni degli studenti son fatte da quattro gatti dei centri sociali, ci sono anche i qurantaquattro..mila e tutti gli altri incazzati come tigri e che si portano la carta igienica da casa, che comprano i gessi, che vanno a ripetizione perché gli hai tolto i soldi dei corsi di recupero!

Ho incontrato un ex collega che insegna in un Istituto professionale, era a pezzi. Le classi son sempre più numerose. Ci sono sempre più allievi che hanno un rapporto “casuale” con la lingua italiana. Ci sono sempre più allievi con problemi di Handicap senza docente di sostegno.

Cercare di portarli ad una professionalità (elettricisti o termotecnici) nel giro dei canonici tre anni è praticamente un desiderio irrealizzabile.

Grazie ai tagli della Signorina Sotuttoio.

E mi triturano i maroni con la storia di Tizio che esce dal partito x e va nel movimento y,  o di Caio  che dice “O me la dai, o scendi”!?!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. maroni acqua privatizzazione gelmini scuola

permalink | inviato da AnnaSerenity il 18/11/2009 alle 18:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



26 febbraio 2009

VENDESI COLOSSEO CON ANNESSI FORI IMPERIALI

 << Beni culturali verso la privatizzazione

L’attacco a Settis e a Guzzo, i commissariamenti delle Soprintendenze da parte del ministro Bondi, lo svilimento generale dell’Amministrazione dei Beni Culturali fanno parte di una scelta politica che delegittima la tutela pubblica, devitalizza e, di fatto, liquida il Ministero preparando la privatizzazione commerciale dei beni culturali “ricchi”. ..>>

Porca putt.. a tanto siamo arrivati! Certo la notizia che “Isso” vuole i bronzi alla Maddalena e “Crapapelata” fa si si con Businessman_18.jpgla testina dall’alto della sua carica di ministro dei beni culturali mi doveva mettere sull’avviso. Ma io sono un’anima candida, a certe finezze non ci arrivo.

I bronzi non li vuole in prestito.. li vuole e basta!

Il reverendo ministro “Sisì” che ha altissime competenze nel comparto dei Beni Culturali (ha una laurea in Filosofia presso l'Università di Pisa con una tesi su frate Leonardo Valazzana, predicatore agostiniano avversario di Girolamo Savonarola) attacca frontalmente un personaggio di alta competenza internazionale e di qualificato impegno culturale e civile come Salvatore Settis (laurea in Archeologia classica presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, Insegna Archeologia classica presso la stessa università) intimandogli dalle colonne di un giornale appartenente alla famiglia del presidente del Consiglio di allinearsi e tacere, insieme a tutti i componenti critici del Consiglio Superiore , insomma devono chinare tutti il capo in silenzio, pronti ad accettare qualunque cosa., anche la vendita del Colosseo se a “Sua Altezza” gira lo schiribizzo.

D’altra parte l’anima imprenditoriale del capo del governo attuale non ha possibilità di essere messa in secondo piano rispetto a quella dello statista che vorrebbe essere, e prende sempre e comunque il sopravvento, a partire dalla scelta dei collaboratori che devono essere fedelmente dipendenti dalle sue direttive ed incapaci di reazioni autonome.

household-toilet.jpgIl mio primo lavoro è stato in un’industria farmaceutica, piccola e padronale. Il “padrone” girava quotidianamente nei reparti di produzione elargendo carezze alle guance delle operaie sedute e alle natiche di quelle in piedi, che rispondevano con sguardi timidamente complici ed adoranti in attesa del riconoscimento o della gratifica. Le donne vecchie finivano a “pulire i cessi” e quelle con carattere si spostavano durante le visite e sono state le prime a rimetterci quando c’è stata la crisi.

Ecco che cos’è lo “spirito imprenditoriale”. E’ una sorta di “O ci stai o scendi”, intesa anche per ciò che riguarda i tuoi pensieri.

Ed allora s’imbavagliano i mezzi di comunicazione, ..come? Te li compri a partire dai capintesta a cui prometti di tagliarla se non ci stanno. Poi ti appropri di tutto quello che ti pare, e ne regali letteralmente una parte ai tuoi amici, quelli che ti accontentano nelle scelte.

Nel frattempo alzi un polverone della miseria su Babau che spaventino il paese, e punti il dito verso chi applica le tue stesse leggi, così puoi fare e disfare senza che si noti. Per farti i fatti tuoi t’attacchi anche alla religione usandola pro o contro a seconda dei casi.

E se ti pigliano in castagna dici che non è vero, e quando sei all’angolo ..”è colpa dei comunisti! Sono stati loro che..”. Questo vuol dire oggi governare per chi governa.

Mi viene in mente un signore che aveva un grande “spirito colosseo.jpgimprenditoriale” e che ha fatto incetta delle opere d’arte nei musei di mezza Europa.. se non erro s’è sparato o simile..

Se non si cambia sistema finisce davvero che vendono anche il Colosseo!



sfoglia     ottobre        dicembre
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom