.
Annunci online

  dalmiopuntodivistacon [ considerazioni, opinioni e ricordi di una professoressa in pensione ]
         

Perchè pubblico il mio Diario

Con questi chiari di luna che illuminano una scuola “sgarrupata” ed inefficiente ho pensato che la mia testimonianza reale, perché scritta per liberare nell’inchiostro il veleno o la disperazione o anche l’allegria delle mie giornate, possa mettere in luce quell’impegno, sottovalutato non solo dal punto di vista economico ma anche da quello morale, che fa di una persona “un insegnante” e di una scuola un “luogo di crescita civile e culturale”, senza i proclami vuoti di contenuto di classi politiche prive di intelligenza logica.

Seguirò, riportando le pagine del mio diario di un “qualsiasi” anno di scuola, il procedere del tempo.

Naturalmente son situazioni di parecchi anni orsono che ho deciso, con un po’ di imbarazzo per lo specifico tono autobiografico, di pubblicare in questo spazio che è diventato il mio diario virtuale, sperando che il giudizio non sia troppo severo.

Scuola Maltrattata..1° e 2° puntata.

Dal mio diario ..3° puntata.

Dal mio diario ... 4° puntata

Dal mio diario ... 5° puntata

Dal mio diario ... 6° puntata

Dal mio diario ... 7° puntata

Dal mio diario ... 8° puntata

Dal Mio Diario : Intermezzo...

Dal mio diario ... 9° puntata

Dal mio diario ... 10° puntata

Dal mio diario ... 11° puntata

Dal mio diario ... 12°...

Dal mio diario ... 12°...II°

Dal mio diario ... 13° puntata

Dal mio diario ... NATALE...

Dal mio diario ... 14° puntata

Dal mio diario ... 15° puntata

Dal mio diario ... 16° puntata

Dal mio diario ... 17° puntata

Dal mio diario ... 18° puntata

Dal mio diario ... 19° puntata

Dal mio diario ... 20° puntata

  LIBERA DI SCRIVERE !

la legge è uguale.JPG

free bloggerC3.jpg


29 ottobre 2008

ALLA FACCIA DEI CITTADINI…!!!

 

Girando tra i miei “informatori” mediatici  ho trovato un paio di belle informazioni, dunque :

 

·                 La prima:

 

fedecompr.jpgA dicembre il Consiglio di Stato dovrebbe farla finita con l’abuso televisivo di Rete4  ai danni di un concorrente come Europa7 di Francesco Di Stefano.

Nel tentativo disperato di fare in modo che il Consiglio di Stato non tolga le frequenze a Rete4 il governo insieme all'AGCOM, quella rimasta inadempiente per tutti questi anni, ha stabilito che le frequenze a Europa7 non siano tolte a  Rete4, che le occupa abusivamente sia pure autorizzata per legge illegittima, ma a Rai1, una rete legittima.

Cioè : Rai1 dovrà sacrificare una parte delle sue frequenze di trasmissione per darle a Europa 7 in modo che Rete 4 continui a occupare abusivamente le frequenze che non le spetterebbero in quanto è senza concessione.

Senza onore e senza vergogna!!!

(P.S. : Di Pietro si è visto  dare ragione con l'archiviazione della querela che gli aveva fatto Mediaset per avere detto "Rete 4 è abusiva". La sentenza è del 15 ottobre, sono quattro pagine.)

·                 La seconda:

Mediobanca, la banca italiana di cui sono azionisti anche Unicredit e Capitalia (che sono una cosa sola dopo la fusione dello scorso anno),  quella stessa Capitalia di cui è stato presidente  Cesare Geronzi , quello delle Parmalat, e quell’Unicredit nel cui consiglio di amministrazione ci sono Libonati e Gnudi (telecom), Ligresti (immobiliarista),  Pesenti (Italcementi e controllore di  Mediobanca), e Profumo (banchiere), ora avrà il piacere di avere nel consiglio di superwomen.jpgamministrazione Marina Berlusconi, presidente di Fininvest e del gruppo Arnoldo Mondadori Editore e componente dei consigli di amministrazione di Mediolanum, Medusa Film, Mediaset, 21 Investimenti.

Accidenti! Manco SuperWomen ce la farebbe!

Oppure… c’è il trucco?

Fosse il gioco di “faccio solo quello che decide papà?”.

In questo caso ci riesco pure io, mi si dice quando alzare la manina,  o mi si fornisce il discorsetto scritto ed io faccio la mia porca figura.

Il terribile è che in un mondo che decide cose importantissime per tanti, ci si ritrova tra le grinfie di pochi che con spregiudicatezza ed interesse personale, fanno il buono e cattivo tempo.

In Mediobanca , infatti, ci sono anche  Ligresti, Tarak Ben Ammar, Tronchetti Provera, nomi noti per la loro assoluta trasparenza negli affari.

A questo punto mi chiedo :  

Il nostro presidente del Consiglio quando decide qualcosa lo decide per questo gruppetto di imprenditori, finanzieri, e anche qualche speculatore, che sta dentro Mediobanca, o lo fa per gli italiani?tasche vuote.jpg

Per me ormai il conflitto di interesse è da parte del popolo italiano nei confronti degli affari di questa minoranza, siamo noi che impicciandoci dei fatti loro ci permettiamo di sindacare!

I nostri rappresentanti in parlamento stanno, quando ci sono, seduti ad occuparsi di bagattelle, mentre tutto quello che interessa il gruppo di governo viene disciplinatamente votato come decreto legge.

Adesso esce fuori che hanno proposto anche un disegno di legge, messo in calendario (mentre altri più importanti non lo sono ancora), che prevede la riforma dei reati fallimentari. Cosa vuol dire? Vuol dire che per i reati di fallimento come quello della Parmalat si possono prevedere termini  di pena anche meno severi degli attuali, così che “i soliti ignoti” come il suddetto Geronzi, possano usufruire di prescrizione prima della fine dei processi in atto, così che anche se sei dichiarato colpevole, vieni comunque assolto per prescrizione dei termini.

Alla faccia degli Italiani rubagalline che muoiono in galera!

E alla faccia degli Italiani raggirati e frodati da quel maledetto manipolo di speculatori delle banche.



sfoglia     settembre        novembre
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom