.
Annunci online

  dalmiopuntodivistacon [ considerazioni, opinioni e ricordi di una professoressa in pensione ]
         

Perchè pubblico il mio Diario

Con questi chiari di luna che illuminano una scuola “sgarrupata” ed inefficiente ho pensato che la mia testimonianza reale, perché scritta per liberare nell’inchiostro il veleno o la disperazione o anche l’allegria delle mie giornate, possa mettere in luce quell’impegno, sottovalutato non solo dal punto di vista economico ma anche da quello morale, che fa di una persona “un insegnante” e di una scuola un “luogo di crescita civile e culturale”, senza i proclami vuoti di contenuto di classi politiche prive di intelligenza logica.

Seguirò, riportando le pagine del mio diario di un “qualsiasi” anno di scuola, il procedere del tempo.

Naturalmente son situazioni di parecchi anni orsono che ho deciso, con un po’ di imbarazzo per lo specifico tono autobiografico, di pubblicare in questo spazio che è diventato il mio diario virtuale, sperando che il giudizio non sia troppo severo.

Scuola Maltrattata..1° e 2° puntata.

Dal mio diario ..3° puntata.

Dal mio diario ... 4° puntata

Dal mio diario ... 5° puntata

Dal mio diario ... 6° puntata

Dal mio diario ... 7° puntata

Dal mio diario ... 8° puntata

Dal Mio Diario : Intermezzo...

Dal mio diario ... 9° puntata

Dal mio diario ... 10° puntata

Dal mio diario ... 11° puntata

Dal mio diario ... 12°...

Dal mio diario ... 12°...II°

Dal mio diario ... 13° puntata

Dal mio diario ... NATALE...

Dal mio diario ... 14° puntata

Dal mio diario ... 15° puntata

Dal mio diario ... 16° puntata

Dal mio diario ... 17° puntata

Dal mio diario ... 18° puntata

Dal mio diario ... 19° puntata

Dal mio diario ... 20° puntata

  LIBERA DI SCRIVERE !

la legge è uguale.JPG

free bloggerC3.jpg


31 maggio 2012

NON HANNO CAPITO NULLA

Lily depressa.JPGIl terremoto quando arriva sconvolge oltre alla terra anche quella vita che faticosamente vi è stata costruita sopra, distruggendo quel “tetto” faticosamente conquistato, e seppellendo quelle piccole cose con cui si rinnovano i ricordi d’ognuno, senza le quali sembra di non avere un passato.

Ricominciare daccapo è possibile in rapporto inversamente proporzionale all’età. Quando i ricordi son tanti, quando le “tue cose” son divenute importanti, quando un giorno dura quasi nulla in rapporto a tutti quelli vissuti, ricominciare è impossibile, e tutto diviene solo un “andare avanti” e basta.

Ascoltavo le parole dette da un qualcuno qualsiasi dei soliti “presenzialisti” del piccolo schermo, a scelta fra giornalisti e politici, e sentivo palpabile la falsità del loro cordoglio, l’assoluta vacuità delle loro parole, la sciacallagine pura fatta dono all’altare del presenzialismo.

Poi c’è stato il viraggio netto dei discorsi sull’affermazione “blasfema” riguardo al campionato di calcio, e lì la partecipazione è diventata vera, l’indignazione palese, il dibattito infocato.scimmia_sorride--400x300.jpg

A parte che l’affermazione  era stata fatta a livello personale ed ipotetico, non istituzionale e programmatico, mi son chiesta il perché sia stata fatta, visto che non ritengo la persona in questione tipo da aprir bocca senza un fine predefinito.

Il volume delle voci sul secondo argomento offuscava quello sul primo, e l’attenzione ritornava puntata su di “un dito” invece che su quella luna piena di buchi vista da lontano piena nel cielo.

E dietro a quel dito continua l’ignobile manfrina dei “non eletti dal popolo” per mantenere i privilegi e continuare a depredare chi è a portata di ladrocinio perché non può opporsi al furto.

Non ho visto che un “moderato” correre al destinare i fondi che forse arriveranno o un dirottarli da altre iniziative, purchè non siano quelle legate al mondo dei privilegiati.

Non hanno capito nulla.

Lo sguardo diretto verso la parte pulita della società nelle ultime elezioni (con le dovute eccezioni) non ha suggerito di usare l’occasione per una virata netta nel senso dell’equità.

Così ci prendiamo tra capo e collo l’aumento delle accise sulla benzina, come quando ero giovane per il Vajont del ’63, per Firenze del ’66, per il Belice del ’68, per il Friuli del ’76, per l’Irpinia dell’1980,

(La vergogna delle tasse sulla benzina Tratto dal sito del Governo italiano  ww.camera.it/_dati/leg14/lavori/stenografici/sed440/pdfbt31.pdf)

senza parlare dell’1,90 lire per l’Abissinia del 1935.

La Casta è incapace di rinunciare al suo danaro.

Sentir parlare di un presidente di provincia che si “regala” vacanze da centinaia di migliaia di euro mentre centinaia di migliaia di persone non riescono ad arrivare a fine mese mi fa salire la pressione.

Sentire disquisizioni dotte sul patrimonio artistico da ricostruire mentre migliaia di persone non hanno più casa mi fa pensare.

Si, pensare che l’arroganza dell’essere umano ancora una volta stabilisce la scala dei valori, decidendo che le persone possono avere pregio diverso a seconda del loro “potere contrattuale”, e che dunque possono essere discriminate anche rispetto alle cose, teorizzando un legame tra di loro che favorendo le seconde offra possibilità alle prime. 

Se nel frattempo non son morte!

IMG_5354.JPG

Penso che la distruzione delle chiese per il terremoto sia la metafora del momento.

Anche i simulacri di una fede che ha abbandonato i suoi stessi principi si sono sbriciolati alla reazione della terra che non premia o castiga, ma semplicemente “vive”.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. terremoto politici casta accise equità

permalink | inviato da AnnaSerenity il 31/5/2012 alle 17:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



8 giugno 2010

COMPRI SOLTANTO PROFUMI PER TE..

 

Quand’ero piccina era in voga una canzone che descriveva una mamma al capezzale della sua balocchi e profumi.jpgpiccola morente che con voce flebile le diceva: “… alla tua piccolina/ non compri mai balocchi/ mamma tu compri soltanto profumi per te!” …

Mi sembra quasi che parli della manovra finanziaria che stanno varando…

L’Italia sta morendo d’inedia. Tutte le cinture stanno arrivando all’ultimo buco, anzi, molti ne hanno già fatti di nuovi per reggere i pantaloni. Ma “la casta” non se ne preoccupa.

Siamo tutti sulla stessa barca”…

Magari! La maggior parte della gente non ha neppure una paperella nella vasca da bagno ormai.

Ed “uno del gruppo” si lamenta perché gli hanno sequestrato lo yacht e il figlio non dorme e… forse gli rompe i coglioni.
E tutti quelli che non sanno cosa dare da mangiare ai loro? Cosa dicono?... forse “Povero caro..”?

E l’altro che compra il panfilo al figlio mentre tanti piccoli imprenditori (categoria alla quale si rifà quando gli fa comodo) strangolati più spesso dai crediti che dai debiti rinunciano a vivere una vita senza quella onesta dignità che sta scomparendo pian piano…

Ma la cosa peggiore è che i soldi per comperare le armi si trovano, per il pane no.

<<Manovra di guerra Tagli agli stipendi e comprano armi “ (…!!!)

Programma di ammodernamento numero 65. Un piano faraonico, che impegna l’Italia a comprare dagli Usa 131 cacciabombardieri F-35. Solo nel triennio interessato dalla manovra appena varata l’acquisto sottomarino.jpgprogrammato sulle casse dello stato per circa 2,5 miliardi di euro.  (…)(…?) 

Passiamo ai sommergibili. Difficile prevedere una battaglia navale nel Mediterraneo che li richieda, eppure nella lista dei futuri armamenti non mancano due sommergibili di nuova generazione. Costo stimato: circa 915 milioni. Più della metà da versare già nei tre anni della manovra. Una cifra minore, ma non per questo più sensata, sarà spesa invece per comprare nuovi sistemi di contracarro di terza generazione: 120 milioni di euro. (… ricordo che nella Costituzione Italiana è detto che) L’Italia ripudia la guerra,..appunto. >>

Questo è gestire il pubblico con intelligenza! 

Ma che cosa ci si aspetta da un parlamento che lavora 13 - 14 giorni al mese alla Camera e  10 – 12 giorni al mese al Senato? (verificato da gennaio ad aprile 2010).

Ma i fannulloni son gli altri.

higgs2.jpgHo parlato con alcuni ex colleghi della “mia” scuola, e anche con qualche ex allievo ora all’università. Quanta amarezza! Il meccanismo complesso dell’istruzione superiore sta collassando.

Per spiegare con un esempio pratico è come se un ristorante ben avviato, con ottima cucina e tanti clienti ad ogni pasto, fosse venduto ad una società che riduca il personale sia di sala che di cucina ed aumenti i coperti, pretenda un aumento della qualità e faccia la spesa al risparmio, e si venda anche parte delle batterie da cucina, ma voglia un servizio svelto e puntuale. I miracoli si fanno, ma solo fino ad un certo punto.

Senti parlare di cultura ed ormai non si capisce più cosa sia…

E’ cultura solo quello che propinano i vari leader di partito. Se “gli rode” ti passano per indispensabile il finanziamento dei giornali del partito perché ci inzuppano il loro biscottino, ma smembrano l’Istituto di ricerche navali (www.insean.it) con pretese di ristrutturazione di una realtà che è produttiva ma non per loro.insean2.png

E aumenta l’analfabetismo di ritorno, cioè quello che colpisce le persone scolarizzate, ma che non capiscono quello che leggono. Son anni che lo dico…, ma questo risulta funzionale a chi ha il monopolio della tv. E sa bene che conquistare tutti i canali d’informazione per piegarli al proprio interesse è fondamentale.

Infatti, come si dice, “la sai l’ultima?”

<<"Se la Rai non cambia, non firmo il contratto di servizio". Parole di Silvio Berlusconi, nella veste di ministro dello Sviluppo Economico ad interim, riferite da alcuni partecipanti al vertice Pdl di Palazzo Grazioli. >> …che si possa informare di quanto la stiano facendo sporca …

Conflitto d’interessi? Nooooo!..

Comunque visto che : << Silvio Berlusconi all'Assemblea di Federalberghi  annuncia: “ Lo spot per promuovere il turismo  … ''avra' la mia voce''… che e' inconfondibile e anche abbastanza sensuale''>> abbiamo ritrovato un qualcuno che “…con quella bocca può dire ciò che vuole!” come nel vecchio carosello di un dentifricio. Peccato che faccia il primo ministro e non sia Virna Lisi..virna lisi1.jpg

Ma non è finita, con quella bocca “della verità” spara contro il “nemico” dicendo che “…«Se una legge non piace ai pm di magistratura democratica vanno alla Corte costituzionale e se la fanno abrogare».… “ e fosse tutto qui, ma continua  a ruota libera facendo, secondo me, un autogol , cioè ammettendo indirettamente che in Abruzzo non è tutto a posto e la situazione è ancora molto critica per cui:

… «se uno ha avuto un familiare morto sotto le macerie ed è anche in una condizione di debolezza gli può anche venire di sparare un colpo... per cui la Protezione civile non andrà più in Abruzzo finché c'è l'indagine per omicidio colposo». E pure dopo, penso…

Ho l’impressione che i “curatori dell’immagine” che sicuramente seguono il premier siano ad alto rischio di suicidio. Non si può aprire bocca e darle fiato (come a Ballarò)! Mica è un adolescente qualsiasi… o no?donne maltrattate2.jpg

Anche altri però… Parlo dell’emendamento alla legge intercettazioni, che ha tra gli altri la firma di Maurizio Gasparri e di Gaetano Quagliariello, quello che trova una scappatoia per i pedofili : ”…niente obbligo di arresto per chi verrà sorpreso a compiere violenze sessuali 'di lieve entità' verso minori.”( L'emendamento 1707).

Per ora l’hanno ritirata con la motivazione:

..«La maggioranza ha deciso di ritirare i due emendamenti sulla norma transitoria e sui pedofili per ripresentarli eventualmente riformulati in Aula».

Ripresentarli? … Ma si rendon conto che la “lieve entità” per un reato sessuale non esiste? O forse nella loro cultura “tastare il cu…” di una/un minorenne è normale? Solo perché non “te la/lo fai” di brutto allora non c’è nulla di male?

“Mi sa che” qualcuno “in alto” docet, e qualcuno “più in alto”  richiede… (che si avvertano prima dell’intercettazione i superiori…)

Che schifo!

Intanto la bambina “... il capo gia' reclina/ e gia' socchiude gli occhi/ piange la mamma pentita/ stringendola al cuor…”

Non credo che “loro” sian capaci di lacrime..




24 febbraio 2010

DAVANTI AD UNA TAZZA DI CAFFE’..

 

Coffee_08.jpgSeduta in cucina davanti ad una tazza di caffè lascio che i miei pensieri vaghino tra quanto mi è rimasto impresso delle notizie lette o sentite.

Chissà perché il caffè sembra più amaro del solito.

«…Creare esercito del bene contro il male»…?

No, non è l’eroe dei fumetti che lo dice, ma un presidente del consiglio, lo stesso che afferma che «Siamo già in uno stato di polizia».Police_Car_1.jpg

Stato di polizia? Quale polizia? Quella delle fotocopie riciclate al rovescio perché mancano i soldi per la carta? Quella con le macchine che funzionano con l’acqua santa, cioè per miracolo, visto che non vengono mai rottamate, al contrario delle auto blù?

…Ma certo che lo so a che si riferisce.

Parla delle intercettazioni che hanno messo in piazza la biancheria sporca di tutta quella manica di intrallazzatori maschilisti e depravati che costituisce il suo zoccolo duro.

Mafia, camorra, ‘ndrangheta e tutte quelle organizzazioni che lucrano sullo Stato, sulle istituzioni, sulla pelle della povera gente.

Basta con le intercettazioni… questione di privacy”.

Questione di quanto hai da nascondere.. Il massimo che potrebbero sentire dalle mie telefonate è quanto mi stiano sul c… proprio loro.. o che mi rode che  le mie tasse paghino i loro vizi.

L’Aquila è ancora piena di macerie”, e la normalizzazione è ancora così lontana da far insorgere anche i “mansueti”.

Lontana perché si stanno spartendo la torta e li hanno scoperti..

Inondazioni%20Aiquile.jpgBertolaso nelle zone delle frane"Cercano di distruggere mia credibilità"”.

Ma quale credibilità! Sicilia e Calabria hanno più frane che alberi (ed un terremoto nella zona almeno ogni due giorni ).

 Un patto tra malavita, finanza e politica pagava la bella vita degli uomini d'oro”.. ma non pagava la messa in sicurezza del territorio.

La grande paura prima degli arresti "Piove a dirotto, dobbiamo vederci"...per la serie " distruggere la credibilità".

Le iscrizioni nelle scuole per il prossimo anno sono una scommessa, e i precari son sicuri di restare a spassoEdu30.jpg grazie al taglio delle cattedre. 

E si scopre che “All'Italia il record europeo dell'abbandono scolastico  Ma va!?! Chissà perché..

Son convinti che la gente sia scema.. che il bailamme del Sanremo li distragga… ma la gente si confronta ogni mattina con la vita, con la necessità di mangiare, di avere un tetto sulla testa..

Loro si confrontano solo con la complessità dei loro intrallazzi.

“…dietrofront del governo : nessun tetto per gli stipendi dei manager.”

“…Brunetta sembra Lauro, regala case per i voti.”

“...Zaia in 18 mila copie, coi soldi dell’Europa…”

Tanto per farsi conoscere meglio.

E in contrapposizione :

Non riesce a pagare i suoi operai: imprenditore padovano si uccide.

L’ultimo di una serie nel Nord-est operoso e onesto.

rifiuti2.jpgForse i soldi più che per le 18000 copie della rivista «Il Welfare dell’Italia» sarebbero stati utili per gli stipendi degli operai… , ma la dura lotta per le poltrone prevede certo l’ineluttabilità di qualche vittima. Sacrificata per il riciclo della carta, visto che quella sarà la fine dei giornaletti, la stessa che fanno a casa mia, non letti, solo separati tra differenziata per la plastica e la carta.

E il caffè è più amaro della cicuta. 




17 giugno 2009

..W EL SINDAC’ DE VIGGU’..

 Se non fosse da piangere.. ci riderei! Cosa mi tocca “sentire”!
sindaco viggù.jpg<< Nella Lega tutti contro il sindaco nero di Viggiù ..Sandy Cane (di madre italiana e di padre afro-americano), eletta a sindaco di Viggiù, nel varesotto, …. Ed è sul forum di Radio Padania che alcuni sostenitori leghisti in queste ore si stanno sfogando..: «Nel brillante risultato alle ultime elezioni c’è una macchia: il sindaco un po’ nero di Viggiù», scrive Protesilao. Che precisa: «La signora Cane non ci rappresenta, noi non vogliamo un’Italia multirazziale». Gli fa eco Teiko: «Mi viene voglia di andar a dirgliene quattro a chi l’ha piazzata al posto di uno dei nostri». …>>
Olèeee!
Prima il Borghezzius-padanum si fa beccare ad insegnare come imporre alla società leronde.jpg proprie convinzioni fasciste, poi escono fuori le “ronde”, la cui memoria è decisamente sgradevole per chi conosce o ha vissuto la storia recente, con divise a dir poco “discutibili” ed idee ancor peggiori, nulla di nuovo infondo ..: << Maroni, dal palco di Pontida, …ebbene sì, vogliamo le ronde….Lampedusa, da un mese non arriva più nessuno ..poi si lamenta: “E' stata dura trattare con Tunisia, Algeria e Libia,…. ma alla fine chi ce l'ha duro la vince”.>>
il-grande-dittatore.jpgSempre la stessa storia, l’ampiamente sfruttato eufemismo sessuale…( mia nonna lo chiamava “il genera popoli”, meno aggressivo e più intelligente).. naturale per chi lo sente come fonte del pensiero. Questo modo di pensare mi è familiare visto che abito nella “profonda padania”, ma continuo a sentirlo come un marchio di incultura, come un’arrogante rivendicazione di possesso dell’albero degli zoccoli, perché è su questa fragilità che si basa la propaganda, non certo intellettualmente onesta, degli aspiranti al potere di casta, che la mescolano sapientemente con delle idee e dei programmi condivisibili.
L’informazione, nel frattempo, esalta fatti e misfatti di bassa lega, mentre nasconde in secondo piano vicende decisamente rilevanti come il divieto di volantinaggio nei campi dei terremotati : Protesta per il sisma, domani sfollati a Roma "Ma volantinaggio vietato nelle tendopoli" .. volantini che informavano della manifestazione.. perché vietarli? Ed anche la circolare che esprimeva il divieto è stata “segretata” con evidente dimostrazione di consapevolezza.
Ma chi ha il vero “onore delle cronache” in questi giorni è la ministro Gelmini, che prima fa saltare il “.. il G8 della Scienza già spostato nella villa del premier . Era previsto per il 25 a Lesmo dove Berlusconi vuole far sorgere il suo ateneo privato. Fu tolto di colpo a Lucca che aveva già preparato tutto, ora è scomparso dagli annunci..” poi corre a sostenere il direttore del “il giornale” che ha pubblicato con Mondadori (tanto per..) un libro sulla scuola!
Si, sulla scuola.
Il giornalista informa su :” Tutto quello che bisogna sapere sul disastro della scuola..” !!
Certamente ne sa molto più di chi ci vive e ancora deve viverci in quella scuola che stanno decisamente facendo a pezzi, o di chi ci ha “bestemmiato” dentro per venticinque anni, e specialegelmini.jpgha lottato contro riforme e controriforme, ed ha adeguatamente criticato ministri d’ogni colore.

L’arroganza di “credere di sapere”, l’atteggiamento di superiorità che appare sia dalle parole che dal linguaggio del corpo chiude qualunque tipo di comunicazione, qualunque possibilità di confronto ed allora succede che :
Scuola, il ministro Gelmini contestato da docenti e genitori: salta l'incontro”…La Gelmini.. assicura: «Nessuno mi impedirà di raccontare all'Italia com'è questa scuola. La scuola non è proprietà privata di un gruppo organizzato e rumoroso di sinistra, ma appartiene al Paese».
Giusto! Appartiene ad un paese che il gruppo di governo ritiene proprietà privata, quindi chi non condivide è un reazionario comunista e giustizialista, e forse pure “un po’ abbronzato”!
Certo confesso copertina web.jpgdi essere “di parte”, sia come visione del mondo, che come autrice di un libercolo sulla scuola, la MIA scuola, quella vera, ma sono anche testimone di un microcosmo complesso in cui impari con l’esperienza e con la sensibilità come trarre i risultati migliori da ciascuno, perché hai di fronte delle persone, ognuna diversa dall’altra, ognuna con il suo vissuto e con il suo retroterra culturale, e se costringi alla fredda docenza dalla cattedra, ognuno sarà un numero, scritto in rosso o in nero, ma solo un numero, non più persone.
E questo è quello che succederà.
Non ci sarà, credetelo!, la selezione in base al merito, ma in base a quanto potranno fare le famiglie, specialmente per quei casi (tanti) di adolescenti più incasinati degli altri, o di bambini con qualche problema di apprendimento.
Intelligenza è solo una parola. Non ha un significato univoco. Per sbocciare deve essere coltivata e presto ci saranno posti “al sole”, posti “indifferenti” e posti “sfigati”, e tutto sarà nelle mani di fortuna e danaro.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scuola lega terremoto gelmini sindaci abbruzzo

permalink | inviato da AnnaSerenity il 17/6/2009 alle 12:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



3 maggio 2009

..E PIU’ IN BASSO SI PUO’ CADERE ?

“Sbracata” di fronte alla tv in aberrante non chalance con zapping automatizzato, esattamente alla 17.05 m’imbatto nella trasmissione sul secondo canale rai, condotta APicella.jpgdalla signora Ventura con ospite la signora D’Eusanio, e con Apicella in maglioncino rosa confetto con la chitarra a tracolla che canta con supporto dei presenti “Resta Cu’ Mme” !!
Eccheccavolo! Questa nun la reggo proprio! Sia essa presa per il culo o sentita doglianza, è comunque una caduta di stile che mi sconvolge lo stomaco.
I fatti : Il signor presidente sollazza il suo… orgoglio maschile con ogni sorta di gonnella purché giovane, avvenente e disponibile. La sua signora si risente e lo palesa utilizzando i canali di comunicazione d’uso in famiglia, cioè la stampa.silviob.jpg Il marito le risponde, sempre a mezzo stampa che sono invenzioni dei comunisti, prontamente smentito da esternazioni delle ultime interessate che lo gratificano di nomignoli affettuosi. La moglie ormai “sputtanata” davanti all’opinione pubblica, che la individua anche come una che sputa nel piatto in cui mangia… decide di sciogliere l’unione ( che, ricordo, è solo civile essendo il “Lui” in seconde nozze).
E l’amico di famiglia in gramaglie rosa canta “Resta Cu’ Mme” sulla Rai! Quella a cui io, deficiente, pago il canone!
Gossip o escatologia? Per me l’olezzo è lo stesso!
I giornali usano questa come notizia “di lancio”. strillone.jpgPrima pagina con foto, articoli e contro articoli, opinionisti in subbuglio, lanci a gogò.
E in secondo piano, solo dopo mezza pagina di bagarre, la notizia che in Afghanistan militari italiani hanno sparato ed ucciso una ragazzina di 13 anni , con seguito di commenti scandalizzati, fatti da gente disinformata o prezzolata visto che è da tempo che il governo ha modificato le regole d’ingaggio, fatto passato quasi sotto silenzio :
12/02/2009 Italiani al fronte : Afghanistan, ora si fa sul serio
"Obama ha chiesto a gli alleati di dare una mano agli Stati Uniti in Afghanistan e noi non ci tireremo indietro", ha dichiarato oggi Berlusconi ...Rinforzi in arrivo. L'aumento del contingente ........Mani libere. Per quanto riguarda invece la rimozione completa delle limitazioni che finora impedivano ai soldati italiani di compiere azioni offensive ...
Ma il conflitto d’interessi colpisce, e colpisce duro.
ansa_11452580_05080.jpgEd anche l’assoluzione del dott. Luigi De Magistris nel processo detto “Toghe Lucane” è passata quasi sotto silenzio, per non parlare della “riabilitazione” della dott.ssa Forleo trasferita dolosamente secondo la sentenza a Cremona dal Csm.
E la discussione sul decreto sicurezza passa in secondo piano anche se si decidono tante cose che influiranno profondamente sulla nostra vita, come il reato di clandestinità che porterà tante persone a non curarsi e diffondere le loro patologie, a non mandare i figli a scuola, tanto non son bambini, ma fantasmi ad uso e consumo di mercati aberranti o di sfruttamento, e altre “chicche” di cui non sono sufficientemente informata da darne pubblicità , ( anche se so che ci sono vedi 1, vedi 2, .. ), ma queste sono notizie nascoste in un angolino….
mani_20preghiera.jpgAnche da una lettera pubblicata su “Il Messaggero” (Terremoto, i fatti di cui non si parla: la denuncia del padre di Nicola Bianchi) posso scoprire come sia basso il livello morale e la sensibilità di una parte della società, ma anche di quanto sia profonda ed encomiabile la dignità di altra gente che con parole pacate ma di fuoco mette a nudo quello che nessun altro ha voluto o potuto raccontare.

Ed un altro giorno è andato…




19 aprile 2009

STABILIRE PER LEGGE UN LISTINO

 Undici minuti di TG per mostrare quanto accade in Abruzzo, quanto son bravi e quanto son buoni tutti quanti, per ripercorrere le tappe del disastro annunciato, per invitare ad essere positivamente protesi verso un futuro di rinascita… un minuto ed otto secondi (1’08’’ !!!) per raccontare che centoquaranta esseri umani, che per la maggior parte fuggono da una guerra dimenticata, nessuno li vuole. Fanno a scaricabarile come se si trattasse di scorie tossiche.
PALERMO - E' ancora fermo a sud di Lampedusa il cargo Pinar che, giovedì scorso barcone_immigrati.jpg(16/05/2009) , ha salvato 140 migranti su due barconi in balia del mare nel Canale di Sicilia. Mentre la polemica tra Italia e Malta si fa più aspra… Il mercantile traina anche una scialuppa con a bordo il cadavere di una donna incinta che è stata portata sulla nave già morta e che si trovava su uno dei due barconi. Tra gli stranieri 37 donne, alcune in stato di gravidanza.. “.
Bene! Allora, visto che di decreti legge ne vengono emanati tanti, perché non viene stabilito un listino valori per le vite umane? E’ brutto dirlo, ma almeno sappiamo quanto ci valutano. Potremmo cercare magari di passare ad altra “classe di merito” come nelle assicurazioni.
Vorrei sapere quanto vale la mia vita, se più o meno di quella del sindaco della mia città, oppure di quella del presidente della provincia o del deputato X che sicuramente deve valer meno di quella del senatore X. Mi piacerebbe sapere se il deputato X , eletto nella lista W, vale quanto il deputato Y eletto nella lista Z.
Barrell.jpgDi sicuro potrebbe essere fatta una scala in centesimi il cui valore 100 sia attribuibile solo alle quattro cariche dello Stato che godono di immunità. Per questa scala devono però essere previsti anche i valori negativi, da attribuire alle vite “negate”.
C’è una larga e trasversale parte dei parlamentari, dolosamente supini nei confronti di una logica elettorale che vuole lo stato laico asservito a principi dottrina clericale da molti non condivisibili, che si batte per definire vita degna di tal nome un coma irreversibile, o una morula di poche decine di cellule ancora indifferenziate.
Un qualsiasi diseredato pustoloso e puzzolente invece non ha alcun diritto. Deve stare fuori dalle balle! Deve andare a rompere i coglioni altrove. Non è una vita , è solo una patata bollente da scaricare ad altri. Quanto vale nella scala la sua vita? Meno 10, meno 20, meno 50? In base a quanto puzza? O se è maschio o femmina? Se bambino forse raggiunge l’1 (su 100), visto che fa audience.
Cristo!! Si ! Proprio quel Cristo che tutti difendono quando loro conviene, certamente urlerebbe incazzato contro tutta questa gente che usa la sua dottrina come alibi per il suo tornaconto di potere e poi dimentica gli stessi principi fondamentali come quello della compassione!
Woman_2.JPGSono sola nel vedere quanto distorto sia il limite di sensibilità verso gli altri?
Sono sola a pensare che la stampa sia asservita ad una morale egoistica e di bandiera ?
Sono sola nel maledire chi và tra le macerie a “piangere il morto per fregare il vivo”?
Mi sento impotente…




12 aprile 2009

I PAVONI FANNO LA RUOTA..

 Strani giorni questi.
Il mondo dei media diffonde a piene mani le immagini di un dolore talmente profondo da rendere incapaci di pensare, immagini rubate con insensibilità ai limiti dell’idiozia.
terremoto_dolore.jpg-“ Lei che ha perso oltre ai familiari anche tutto quello che aveva.. cosa prova?”
Che cosa vuoi che provi pezzo d’idiota che non sei altro! Guarda i suoi occhi vuoti, osserva il volto senza espressione, ti dicono qualcosa? Ti dicono forse che è talmente profondo il disagio che nulla ha più importanza ormai?
-“Siamo ancora vivi, siamo fortunati..”
Non lo so, sinceramente, se sia vera fortuna, o se la fortuna sia di chi ormai ha finito il suo percorso. Chi è vivo ora deve fare i conti con una terribile realtà, quella di non poter più incontrare l’amico, di non poter più riabbracciare il familiare, e di dover ricomincia daccapo una vita che aveva già costruita magari con le unghie e con i denti, e percorsa per buona parte. Ed ora deve anche guardare in faccia quella realtà che lo ha tradito, quella realtà di malaffare che gli ha fatto cadere il tetto sulla testa, e che ora con ciglia umide s’accinge a rientrare nel meccanismo di ricostruzione.
pavone.jpgHo visto in questi giorni tanti pavoni girare tra le macerie di un terremoto che ha offerto loro un’inattesa vetrina in cui mostrare una umanità persa da tempo. Ho visto lacrime forse in quell’attimo sincere per il contesto di profonda emozione. Ma quando il pianto sarà asciugato quanto di quel dolore resterà veramente nelle loro scelte, nelle loro decisioni? Quanto sarà ancora solo la bellissima coda del pavone? Piume colorate mosse nel vento?
Tutti abbiamo pianto quando è morta la mamma di Bambi nel cartoon di Walt Disney, ma molti poi sono andati a mangiare tranquillamente il capriolo in allegria con gli amici. Chissà se quei pavoni davanti al piatto succulento della spartizione dei fondi sapranno essere coerenti ed onesti. Onesti come quando hanno trascurato o rinviato normative o controlli che avrebbero dovuto essere di rigore in quella zona. Onesti come quando hanno sottovalutato i rischi per incurante ignoranza.
Eppure era una tragedia annunciata e non solo da un tecnico che da anni si occupa di ricerca, ( ma ben sappiamo che in Italia la ricerca e i ricercatori valgono molto ma contano ben poco, certo meno dell’opinione delle veline regno-unito-terremoto.jpgcon un bel culetto o delle parole di un opinionista di bell’aspetto magari con un breve curriculum nel campo dello spettacolo), ma annunciata anche da un crescendo di scosse sismiche, in una zona di faglia, in un luogo geografico già abbondantemente colpito da terremoti.
Si sostiene che non sarebbe stato possibile evacuare un territorio senza la sicurezza del momento e del luogo. Vero. Ma si sarebbero potute predisporre tutte le operazioni che son state decise dopo l’evento, come l’allerta della protezione civile che avrebbe potuto prevedere la dislocazione delle tendopoli, l’avvicinamento de gruppi elettrogeni e delle strutture di primo soccorso, e la distribuzione dei compiti alle varie componenti dei soccorsi, che avrebbero potuto partire già sapendo cosa fare e a chi rivolgersi.
E’ ben diverso se mi arrivano all’improvviso dieci persone a cena o se ne sono informata qualche giorno prima, così da predisporre tutto quello che è possibile fare in anticipo, guadagnando tempo per eventuali sorprese, come qualche commensale in più o un arrosto bruciato. Ma la saggezza e l’organizzazione della donna di casa non è assolutamente patrimonio del politico, che è invece naturalmente portato a dispiegare la sua coda da pavone in cerca di pavoncelle che lo seguano.
uova_di_cioccolato.jpgHo visto i campi tende pieni di uova di pasqua, speriamo che quel cacao non sia troppo amaro.
Amaro come la vita di tutte quelle persone che hanno ancora un tetto sulla testa, ma non hanno più un lavoro. Amaro come i pensieri di quanti non vedono futuro per i loro figli in una società che pur di arricchirsi lesina sulla composizione del cemento. Amaro come la voce di quanti sono senza voce e vengono presi a calci da destra e da manca, senza distinzione, tanto che è diventata una “normalità” il dileggio e l’aggressione da parte di giovani, che, non lo clochard.jpgdimentichiamo, sono il futuro della società.
E non chiedetemi contributi per.. mentre continuate a disquisire, con schifoso interesse di categoria, se buttare o meno centinaia di migliaia di euro per una tornata elettorale alla quale solo il senso del dovere mi costringerà a partecipare! La carità dichiarata è carità pelosa, diceva mia madre, ed i contributi di alcuni hanno il pelo lungo un metro.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. terremoto abbruzzo politici aiuti

permalink | inviato da AnnaSerenity il 12/4/2009 alle 19:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



6 aprile 2009

ESCLUSO IL PONTE SULLO STRETTO..!!!!

 

Anna4.jpgChe strana coincidenza! Ieri pomeriggio ho commentato delle notizie lette sui giornali, ma poi non ho avuto il tempo per pubblicare quanto scritto. Il terremoto avvenuto nella notte ha dato un peso differente alle mie parole. Più lievi qui, più gravi lì… eccole :

"I soliti comunisti. Un tavolo? Glielo do in testa""Ci sono i giornali che mi calunniano – attacca il prèmier - e questi che scendono in piazza. Rimane sempre la vecchia abitudine della menzogna assoluta". “…Perché uno Stato, quando c'è una crisi, deve pensare ai suoi cittadini, magari Ponte_sullo_Stretto.jpganche rallentando certe opere pubbliche che erano in programma". Una frase che ha fatto pensare al Ponte sullo Stretto, ma lo stesso Berlusconi lo esclude: "Quella è un'opera epocale, ci sono altri interventi che si possono sospendere. …".
Ma certo! Altrimenti coi soli voti portati da Mastella e Pomicino non ce la può fare. Deve pur trovare un “capezzolo” a cui allattare quella masnada di bocche voraci.
Si! Ce l’ho a morte con quell’opera progettata alla “cavolodicane” su fogli di quaderno per non sprecare fatica in caso di perdita della gara. Mi son sempre chiesta come possa essere sicuro maremoti nel mediterraneo.jpgun ponte enorme, ad un tiro di sputo da un vulcano attivo, su di una zona famosa per i terremoti e ad alto rischio tsunami.
Vabbè..che poi c’è sempre la SA-RC che può aspettare, tanto ci han messo già 15 anni per fare qualche kilometro, altri 10 o 12 non fanno differenza. Naturalmente non contiamo sulle ferrovie.. Anche il presidente delle Ferrovie dello Stato, Innocenzo Cipolletta ha chiesto scusa ai pendolari per il «Servizio inadeguato», però, guarda caso, lo ha fatto per bussare cassa, infatti ha detto che «stiamo trattando con le Regioni per contratti più lunghi, di almeno sei anni, da scontare in banca per investire in treni e carrozze» suggerendo poi di trasferire sul bollo e sui pedaggi autostradali il costo che il sistema “su strada” produce in termini di inquinamento e congestione.. che gliene frega a lui se poi si impiegano esattamente 4 ore e 28 minuti per andare da Milano a Chioggia partendo alle 11.30 e cambiando 3 treni!! Mediaticamente parlando è più importante altra tratta, cioè da Milano a Roma, per la quale con la “freccia rossa” se non fai fermate ci metti di meno! (4 ore scarse!)
Per le calunnie poi… Cavolo! Ci sono le registrazioni di quanto avvenuto!
Per non parlare dei video sul suo cortese appellativo riguardo alla collega ministro Meloni.
Ormai è accertato che il normale rispetto per le donne presso certi esponenti del governo è, eufemisticamente parlando, discutibile.
Questo modo di fare è diventato quasi una bandiera per i suoi colleghi, infatti dice il ministro Brunetta che : “Il lavoro pubblico è stato usato per tanto tempo come un ammortizzatore sociale, soprattutto da parte delle donne che uscivano a fare la spesa in orario di lavoro”. , ed io dico che per gli uomini invece è stato usato come alibi per andare a sco.. l’amante.
E tanto per colmare la misura Brunetta aggiunge : “Se vincono tanti concorsi come mai sono così poche le donne ai vertici della carriera?”.Businesswoman_Mom.jpg
La risposta è facile : La donna con la mano destra completa il lavoro d’ufficio, con la sinistra stira, con il piede destro culla il bambino, con il sinistro prepara da mangiare, con una scopa infilata da qualche parte fa le pulizie e poi vuoi anche che faccia carriera! Aa.. supernano! Ma falli scontrà quarche vorta li du’ neuroni che t’aritrovi ner capoccione!
Dio come sono incazzata!!!

Questo quanto scritto ieri.
Oggi aggiungo un pensiero per quanti dovranno in futuro combattere con le istituzioni per ricominciare a vivere una vita normale in una casa costruita adeguatamente (e non come quelle nuove eppur crollate) e con risorse pubbliche.



sfoglia     aprile        giugno
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom