.
Annunci online

  dalmiopuntodivistacon [ considerazioni, opinioni e ricordi di una professoressa in pensione ]
         

Perchè pubblico il mio Diario

Con questi chiari di luna che illuminano una scuola “sgarrupata” ed inefficiente ho pensato che la mia testimonianza reale, perché scritta per liberare nell’inchiostro il veleno o la disperazione o anche l’allegria delle mie giornate, possa mettere in luce quell’impegno, sottovalutato non solo dal punto di vista economico ma anche da quello morale, che fa di una persona “un insegnante” e di una scuola un “luogo di crescita civile e culturale”, senza i proclami vuoti di contenuto di classi politiche prive di intelligenza logica.

Seguirò, riportando le pagine del mio diario di un “qualsiasi” anno di scuola, il procedere del tempo.

Naturalmente son situazioni di parecchi anni orsono che ho deciso, con un po’ di imbarazzo per lo specifico tono autobiografico, di pubblicare in questo spazio che è diventato il mio diario virtuale, sperando che il giudizio non sia troppo severo.

Scuola Maltrattata..1° e 2° puntata.

Dal mio diario ..3° puntata.

Dal mio diario ... 4° puntata

Dal mio diario ... 5° puntata

Dal mio diario ... 6° puntata

Dal mio diario ... 7° puntata

Dal mio diario ... 8° puntata

Dal Mio Diario : Intermezzo...

Dal mio diario ... 9° puntata

Dal mio diario ... 10° puntata

Dal mio diario ... 11° puntata

Dal mio diario ... 12°...

Dal mio diario ... 12°...II°

Dal mio diario ... 13° puntata

Dal mio diario ... NATALE...

Dal mio diario ... 14° puntata

Dal mio diario ... 15° puntata

Dal mio diario ... 16° puntata

Dal mio diario ... 17° puntata

Dal mio diario ... 18° puntata

Dal mio diario ... 19° puntata

Dal mio diario ... 20° puntata

  LIBERA DI SCRIVERE !

la legge è uguale.JPG

free bloggerC3.jpg


23 gennaio 2013

SCEMO E PIU’ SCEMO!

pubblicità,elezioni,tagli alle spese nella p.a.,spese militari,politici,vitalizzi,scillipoti,razzi,cosentino,pubblicità,elezioni,tagli alle spese nella p.a.,spese militari,politici,vitalizzi,scillipoti,razzi,cosentinoLa giornata è iniziata con una “perla” in una pubblicità televisiva.

Parlavano di padelle.

Un dimostratore aveva messo a cuocere  della frutta (pesche probabilmente) a spicchi in una di esse ed ha aggiunto un eccesso di cognac  per un flambé che ha fatto una bellissima fiammata spettacolarmente alta.

Tra gridolini vari il “cuoco” si è vantato che neppure una fiamma di 13.000 gradi rovinava il suo “strumento” di lavoro… Si, tredicimila gradi!

Tanto per chiarire ai non addetti ai lavori la fiamma del fuoco di legna, a seconda del  rapporto aria-combustibile, può arrivare a 800°, e la lava vulcanica va dai 600 ai 1200°C.

A questo  punto vorrei proprio sapere  la marca del liquore perché potrebbe essere un nuovo combustibile per centrali termiche!

Beata ignoranza.

E sarà sempre peggio se non riformano le “riforme” della scuola.

Ho già scritto tutto quello che c’era da dire sull’istruzione e sull’educazione, quindi non aggiungo altro.

Nel pomeriggio, invece, l’ilarità è arrivata con un titolo sui giornali on line :

Liste, psicodramma Pdl: Cosentino escluso scappa con i documenti

Cioè.. Berlusconi non candida Nicola Cosentino. E lui s’incazza e prende la lista del Pdl in Campania e scappa.!!!!. Come i ragazzini!

Siamo alle comiche finali!

E per non farsi mancare nulla probabilmente in lista ci saranno anche Scilipoti, quello che ha pagato con un assegno “fasullo” la prima convention del suo nuovo partito, e l’altro “responsabile” Razzi, quello che ammise davanti a una telecamere di La7: “siamo qui a farci i cazzi nostri”.

Se tutti scappassero con i documenti il problema sarebbe risolto.

Ma con che gente abbiamo a che fare?!?

Abbiamo a che fare con chi butta i soldi negli aerei e nei sommergibili mentre il ceto medio comincia ad avere “il fiato corto” e molti non hanno più respiro, mentre anche l’America si accorge che gli F-35 son una bufala,  visto che sembra possano  esplodere se colpiti da fulmine.

Naturalmente ora, in campagna elettorale, quelli che avevano appoggiato tutte le spese militari, F-35 compresi, si accorgono che  l’Italia ha bisogno di scuole, di sostegno alle piccole e medie imprese, di investimenti in ricerca e innovazione e non di aerei.

Ma, per la miseria!, questo era vero anche quando, nel 2012, votavano a ripetizione contro tutti gli atti ispettivi e gli emendamenti presentati per cancellare quell’acquisto folle.

Come pretendono che ci si fidi di loro!

Eppur tagliare le spese sarebbe facile, ma prevederebbe onestà intellettuale e morale, virtù che scarseggiano tra gli attuali “eletti da loro stessi”.

Cosa si dovrebbe fare ad esempio? Semplice :

1)     Non dovrebbe esistere nella pubblica amministrazione, a partire dal comune, alla provincia, alla regione, al parlamento, ministri compresi, stipendio superiore a 4 volte quello di un insegnante della scuola superiore.

2)     Auto blu :  una per il Presidente della Repubblica, due per la camera, due per il senato, una per ogni regione, e basta. Si programmano le esigenze e, se serve, ci si arrangia con mezzi propri e il rimborso avviene per Km di distanza dalla sede, come per gli insegnati esterni della maturità, con le stesse tabelle e modalità.

3)     Basta indennità varie e cumulo con altre entrate provenienti dallo Stato.

4)     Vitalizi soggetti allo stesso regime degli stipendi, cioè non superiori a 4 volte la pensione di un docente, ed erogabili solo al compimento del 70° anno.

5)     Gli acquisti nelle p.a., di qualunque cosa si tratti, dovrebbero essere sempre pubblicati on line e, se alla verifica si evidenziassero sprechi o altro, le pene dovrebbero essere severe, e comunque il danno risarcito immediatamente.

Questo dovrebbe permettere un risparmio notevole.

Ma… anche se ho scritto una lettera a Babbo Natale, non essendo un’ingenua questi so che son sogni…. 




11 dicembre 2011

SONO PROPRIO SENZA VERGOGNA

stipendi parlamentari,vitalizzi,pirovano,ici vaticano,pensioni,insegnanti,genitori

E’ incredibile la sfacciataggine con cui si aggrappano ai loro privilegi berciando come bertucce impazzite al solo pensiero di rimetterci qualche soldo.

<<No a taglio stipendi parlamentari. Verso emendamento alla manovra>>

Poverini! Il salto sarebbe quasi mortale. Sarebbe un dimezzamento delle entrate!

Passare da più di undicimila a soli cinque/sei mila … è difficile sopravvivere così.

Dimezzare! Cioè è come se ad un pensionato a mille euro al mese portassero la pensione a seicento euro. (Cioè quello che stanno per fare, magari non in queste proporzioni).

Ma questi mica c’hanno l’abitudine al lusso, loro, no!?!.

Si dice siano più di due milioni i pensionati che hanno pensioni inferiori ai mille e quattrocento euro LORDI, cioè dai 950 circa netti in giù, e ci mantengono anche i figli disoccupati.

Fatti loro!

Poi : Guai a chi tocca i vitalizzi. E la cosa è trasversale, infatti…

<<..il parlamentare e presidente di Provincia, Ettore Pirovano della Lega Nord rassegna le dimissioni da deputato. Dopo aver resistito per anni finanche alle sentenze della corte costituzionale in merito alla incompatibilità del doppio incarico….. non vuol rischiare di mettere in discussione il suo lauto vitalizio.>>

Anche una sola legislatura è più che sufficiente ad avere diritto, e sottolineo diritto, ad una pensione superiore a quella di un operaio con 40 anni di contributi.

Legge che si son fatti da soli, come da soli devono decidere se cambiarla.stipendi parlamentari,vitalizzi,pirovano,ici vaticano,pensioni,insegnanti,genitori

Cioè è chiedere a dei ladri di essere onesti… equandomai!

Poverini! Il loro lavoro è usurante! Vuoi mettere lo stress che subiscono a difendere quotidianamente il proprio interesse contro tutti?

Invece una donna che si occupa per sole otto ore di un lavoro in fabbrica, magari su tre turni, e tornata a casa diventa colf., badante, baby sitter, cuoca, stiratrice, e magari anche idraulico o elettricista, quella non è usurata! Quella è privilegiata!

Il lavoro casalingo lo fanno da soli i detersivi, le aspirapolvere, gli spazzoloni eccetera, basta accendere la tv e se ne ha la prova!

Se poi fa l’insegnate, addirittura di scuola materna (per non mettermi in mezzo!), solo sei ore con 
stipendi parlamentari,vitalizzi,pirovano,ici vaticano,pensioni,insegnanti,genitoriventicinque ragazzini dai tre ai cinque anni, alcuni da allevare da zero perché le mamme non hanno insegnato loro a mangiare cose solide e quindi non sanno masticare il cibo, (giuro che avviene!), per questa categoria è una passeggiata il lavorare.

E’ così bello occuparsi di quegli angioletti urlanti, pieni d’energia, con il moccolo al naso e dei genitori trentenni che pensano di sapere tutto di pedagogia di fronte ad una sessantenne che fa la maestra da quarant’anni.

Allora in pensione a sessantatre o sessantaquattro anni.

O in cimitero per suicidio, così si diminuisce l’esborso dello stato e si possono tranquillamente aumentare i vitalizzi!

Poi la storia dell’ICI per il Vaticano (video)… 

Il cardinale è pronto a discutere”.

Non pronto a pagare, secondo giustizia ed equità, alla pari delle “pecorelle” del suo gregge che non sanno più a che santo votarsi.

A discutere.

Per arrivare al solito nulla di sostanza e fumo per l’apparenza.

E il solito Cav. non vuole l’asta delle frequenze che salverebbe le pensioni da fame, e la chiesa  dice “si, vabbè, però…”, e la casta studia sentieri e passaggi nascosti per salvarsi i privilegi, e le spese militari stipendi parlamentari,vitalizzi,pirovano,ici vaticano,pensioni,insegnanti,genitorinon si toccano, anzi vanno a fottere i soldi allo sviluppo per darli alla difesa, …

Tra poco non ci sarà più bisogno di difenderci, saremo tutti talmente depressi che basterà un soffio di vento per farci volare via, visto che spremono sempre lo stesso limone e non riusciamo a toglierceli dai cabasisi! 



sfoglia     dicembre        febbraio
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom