.
Annunci online

  dalmiopuntodivistacon [ considerazioni, opinioni e ricordi di una professoressa in pensione ]
         

Perchè pubblico il mio Diario

Con questi chiari di luna che illuminano una scuola “sgarrupata” ed inefficiente ho pensato che la mia testimonianza reale, perché scritta per liberare nell’inchiostro il veleno o la disperazione o anche l’allegria delle mie giornate, possa mettere in luce quell’impegno, sottovalutato non solo dal punto di vista economico ma anche da quello morale, che fa di una persona “un insegnante” e di una scuola un “luogo di crescita civile e culturale”, senza i proclami vuoti di contenuto di classi politiche prive di intelligenza logica.

Seguirò, riportando le pagine del mio diario di un “qualsiasi” anno di scuola, il procedere del tempo.

Naturalmente son situazioni di parecchi anni orsono che ho deciso, con un po’ di imbarazzo per lo specifico tono autobiografico, di pubblicare in questo spazio che è diventato il mio diario virtuale, sperando che il giudizio non sia troppo severo.

Scuola Maltrattata..1° e 2° puntata.

Dal mio diario ..3° puntata.

Dal mio diario ... 4° puntata

Dal mio diario ... 5° puntata

Dal mio diario ... 6° puntata

Dal mio diario ... 7° puntata

Dal mio diario ... 8° puntata

Dal Mio Diario : Intermezzo...

Dal mio diario ... 9° puntata

Dal mio diario ... 10° puntata

Dal mio diario ... 11° puntata

Dal mio diario ... 12°...

Dal mio diario ... 12°...II°

Dal mio diario ... 13° puntata

Dal mio diario ... NATALE...

Dal mio diario ... 14° puntata

Dal mio diario ... 15° puntata

Dal mio diario ... 16° puntata

Dal mio diario ... 17° puntata

Dal mio diario ... 18° puntata

Dal mio diario ... 19° puntata

Dal mio diario ... 20° puntata

  LIBERA DI SCRIVERE !

la legge è uguale.JPG

free bloggerC3.jpg


25 settembre 2009

GUARDO LA TV SENZA AUDIO

 

Aderisco allo Sciopero4.JPGSempre più spesso tolgo l’audio alla tv,.. quando è accesa.

Lo faccio perché m’infastidisce molto qualunque discussione in cui si sovrappongano due o più voci, che per istinto di supremazia alzano sempre di più i toni.

amiciii.jpgDiventa un vero spettacolo l’immagine di chi si dimena nell’intento di soverchiare con la propria voce quella degli altri, il gesticolare dei conduttori, le espressioni talora vuote, talora stanche di chi assiste senza intervenire.

Quando invece si tratta di spettacoli in cui ci sono “vallette” che veline3.jpgballano… see.. diciamo che agitano braccia e sederini sempre a favore di telecamera, mentre i piedi, arrampicati su trampoli da vertigine, restano praticamente paralleli ed immobili per favorire il movimento ondulatorio e sussultorio del culetto visto dal basso, allora lo spettacolo ha ben altri “risvolti”, e la mia censura dell’audio è legata alle imbecillità delle conversazioni ed all’attesa del programma successivo.

Le trasmissioni della De Filippi sono quasi un “cult” da questo punto di vista. Provare per credere!

Togliendo l’audio l’attenzione si focalizza sull’immagine e si possono più facilmente osservare gli atteggiamenti, le espressioni, i “personaggi” e anche il contour  spesso invisibile altrimenti.

uomini e donne2.JPGOggi, ad esempio, nella trasmissione “Uomini e Donne” (Boh! Direi più “Masculi e Fimmine”), dietro ad una De Filippi non particolarmente curata nell’aspetto, compariva  la suola di una scarpa da donna col tacco fine e la punta affusolatissima  (di quelle che se le indossassi io col mio piedone la punta arriverebbe dieci minuti prima di me) di color beige e non nuovissime. Poi son comparse le gambe abbronzate  di altra persona non più giovane. Il tutto mentre due ragazze inquadrate alternativamente, discutevano animatamente non so di che, scacciando nervosamente le chiome corvine dai volti e strabuzzando spesso gli occhi. Una delle due aveva il labbro superiore “taroccato” per fare la boccuccia più sensuale.

franceschini-belpietro.jpgAltro esempio, a Ballarò  c’è sempre dietro a chi parla un volto (maschile o femminile, non è importante) con caratteristiche peculiari adatte alla situazione, che invariabilmente assente (nel senso “dice di si”) ad ogni parola venga detta a favore di telecamera.

A Forum invece il pubblico ha imparato l’importanza del labiale e, se inquadrato, esprime la propria opinione con veemenza, tanto da rendere facile la lettura.

Anche i TG, che ormai non seguo quasi più, son belli senz’audio.

E che diamine serve sentire le parole che son sempre le stesse? Anche le facce lo sono, come le bugie che dicono, come le verità che mistificano. Uno aspetta le immagini e, se sembrano interessanti allora ripristina il contatto.

unomattina.jpgAltro : Si parla di scuola… una mattina qualsiasi…un programma Rai. Il maestro unico..pardon  “prevalente”

“ La ministra dice che la scuola deve essere meritocratica e severa. Lei che ne pensa del maestro prevalente?”

 “ Io ho fatto le scuole quando c’era un solo maestro e mi son trovata bene..”

Naturale, anch’io che ho più di sessant’anni avevo una sola maestra, ma picchiava sulla nuca e faceva i puntini sul naso con la penna rossa ad ogni errore di ortografia! Provaci nel nostro tempo..   Arriverebbero mandrie imbufalite di genitori che impalerebbero l’insegnante. Fermo restando che fosse ancora in piedi, visto che i bambini d’oggi menano le mani senza limitazioni, ad imitazione di quei “bellissimi” cartoons che girano per videogiochi o tv.

goldrake2.jpgUna vita orsono, entrando in classe (una terza superiore di un ITIS) sono stata sfiorata da una buccia d’arancia che volava preceduta dal grido “Alabarda Spaziaaaaale”! 

Dopo una ramanzina “il colpevole” è stato soprannominato Goldrake, ma senza sconti nelle interrogazioni.

Allora c’era solo il “Goldrake” che faceva poco male, ora ti squartano con le mani nude o ti affettano con incuranza.. Poi si domanda il perché A-Team.JPGdell’indifferenza dei giovani nei confronti della violenza..

Quella mattina ho cambiato canale ed ho seguito, si fa per dire visto che stavo preparando la verdura per il pranzo, un vecchio telefilm, quello dell’ A-Team  almeno quando dicevano scemenze lo facevano per far ridere. 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. televisione programmi scuola

permalink | inviato da AnnaSerenity il 25/9/2009 alle 19:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



16 settembre 2009

MEZZA VERITA’ = BUGIA !

 Questa mattina in un’emittente radio della Lombardia disquisivano (con garbo, devo dire) caffè1.jpgsull’argomento del giorno : il problema dell’informazione, televisiva soprattutto. Un ascoltatore commenta che : “..vedo tutti i TG e son fatti con lo stampo. Tutti uguali”.
Segue il commento di Luigi Amicone, direttore del settimanale “Tempi” .
Il giornalista risponde che : “ ..l’informazione televisiva delle reti Rai è comunque sempre stata “soggetta” al governo in carica con una “lottizzazione” dei canali che rispetta maggioranze e opposizioni.. e che le scelte sono fatte da chi ci lavora.. ” .
Tesi condivisibile, perché è realmente così, scelte di palinsesto a parte, ma… MA questo non tiene conto del fatto che “Sua Altezza” è anche “l’Eminenza Grigia ” delle altre reti nazionali.
In sovrappiù mettiamoci il fatto che, con atteggiamenti sottilmente minacciosi usuali alle sue frequentazioni di rango, è in grado di influenzare buona parte dell’informazione scritta.
In parole semplici: conflitto d’interessi allo stato puro.
Ormai l’informazione viaggia solo sulla rete, ma il “casalingo di Voghera” che ha come unica informazione quella della TV, anche seguendo “tutti i TG” finisce per vedere tutto dall’unica prospettiva offerta. E questa è veramente la base della dittatura!
Dal piccolo schermo il “Beldinulla” si schermisce graziosamente dicendo : “"Ero nettamente contrario allo spostamento in prima serata della trasmissione. Come proprietario del Milan, avrei grandemente voluto assistere alla partita di stasera di Champions league. Ma ho accettato l'invito".”.
Povera vittima della sua stessa megalomania! Tanto è vero che se il 15% ha guardato greatdictator.jpg“Porta a Porta” , l’8,6% ha preferito Hitler su Rai3, ed il 21,8% la telenovela di canale 5 !
Mancava che dicesse : “Le case le ho fatte io da solo con le mie stesse mani .. guardate i calli..”
Autogol poi nell’affermazione che :” "Siamo circondati da farabutti in tivù, stampa e politica”.. visto che in realtà, specialmente in parlamento siedono “farabutti” di tutti i tipi, dai condannati in via definitiva, prescritti per le farraginosità di un sistema voluto da chi teme la giustizia, a collusi con tutte le possibili associazioni malavitose italiane. Senza tralasciare le “premiate per meriti speciali”.
Per la carta stampata, poi, chiunque non tema e dica la verità viene, se gli va bene, emarginato, altrimenti messo direttamente sulla graticola.
Caro direttore dei “Tempi”, non mentire dicendo una mezza verità non “assolve”, ma fa sospettare una posizione prona nei confronti di chi non ammette repliche.
P.S.
(n.d.r. : Ho scoperto nel pomeriggio dal sito che si tratta di un giornale per ora a distribuzione gratuita che : “Da giovedì 1 ottobre sarà in edicola in tutta Italia autonomamente. L’abbinata gratuita con il Giornale verrà mantenuta in alcune regioni per motivi di distribuzione).


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. informazione libertà tv berlusconi amicone

permalink | inviato da AnnaSerenity il 16/9/2009 alle 19:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



14 settembre 2009

SONO MENO CHE NIENTE..

 Ho la bocca dello stomaco chiusa dalla tristezza e dalla rabbia.
Quelle immagini, quelle parole, la profonda ingiustizia e crudeltà del comportamento umano di esseri che non possono esser chiamati uomini, maroni1.jpge neppure bestie, perché neanche le bestie si comportano così.
Quello scarto dell’umanità che pontifica tra gli applausi e gonfia il petto per il successo dei “respingimenti” e dell’accordo con uno stato in cui non esistono diritti civili per i cittadini, figurarsi per i clandestini!
Quei volti ormai consueti che ghignano proferendo parole xenofobe.
L’inchiesta svolta da “PRESADIRETTA”(link) dal titolo “Respinti” sconvolge le coscienze, almeno di chi le ha.
In un articolo Libia, la “soluzione finale” Furio Colombo ne riporta dei brani :
refugee.jpgUn laccetto di cuoio bagnato, stretto al collo del prigioniero, incatenato e abbandonato al sole per un giorno. Il sole asciugherà gradatamente il laccetto di cuoio, portando al soffocamento. Dipende dall'ora in cui si ricordano di liberarti, dipende dai tentativi folli di liberarti da solo se la sera ti raccolgono vivo per ributtarti nella cella senz'aria e senza luce, tre metri per tre, dodici o quindici persone o se buttano un altro corpo di clandestino consegnato alla Libia nella fossa comune, nel deserto intorno al centro di detenzione infinita di Cufra.
…Un bastone dietro le gambe, all'altezza delle ginocchia. Ti forzano a tenerlo con le mani legate, restando però piegato, ma in piedi. Finché resisti. Poi cadi come capita: di faccia, di schiena, di fianco e resti abbandonato sotto il sole – vivo o morto – fino alla notte.
…E poi quelle voci che gridano l’indifferenza alla morte in mare o in prigione..
donna respinta.jpgMa con quale moralità si possono arringare le folle ad atteggiamenti privi d’umanità?
Con quale faccia si possono dire cristiani tutti coloro che applaudono al mandare verso un nuovo supplizio persone inermi e già private dal destino di nascita di un loro diritto fondamentale : la libertà ?
Quando nelle chiese si batteranno il petto per i loro stupidi peccati non si pentiranno per aver mandato alla tortura, allo stupro, ai commerci peggiori possibili tanti esseri viventi solo per puro egoismo?
La risposta è logica : “no”.
No perché incapaci di vedere oltre il loro interesse.
No perché, saturi del veleno dei luoghi comuni, vivono ebri della musica suonata dai loro pifferai.
No perché ignoranti della realtà nascosta dai detentori dell’informazione popolare, che snobba o nasconde volutamente inchieste come “Presadiretta” o “Report”, e vende lustrini e pajettes e falsi miti.
Ormai la bassezza non ha più confini :
Dal Corriere della Sera, 1 settembre, Marco Nese,
Giornalista: La Comunità Europea è contraria ai respingimenti. Dice che bisogna prima verificare se i migranti sono clandestini o rifugiati.respinti2.jpg

Gasparri: Ma questo è un discorso assurdo. È sensato pretendere che un equipaggio militare blocchi un gommone e si metta a chiedere ai migranti: “Voi chi siete? Da dove venite ? Avete diritto all'asilo o no? Ma scherziamo! Sarebbe come trasformare le navi militari in ambasciate in alto mare. Bisogna riportare le persone sul territorio libico dove c'è l'Alto Commissariato che effettua tutti i controlli. (Sembra quasi che non sappia che i controlli sono dolosamente rari e poco efficienti.)

No! Un equipaggio militare deve ubbidire all’ordine di togliere dai coglioni di un parlamento in cui prevalgono esseri senza scrupoli e senza morale, donne, bambini e uomini che non hanno neppure la forza di respirare, restando indifferenti al dolore che questo potrà provocare, e al grido per l’ingiustizia loro imposta che nasce dalle loro coscienze.
lacrime1.jpgLe lacrime ed il cordoglio quei tristi figuri le conservano per le telecamere, per quegli eventi mediatici finalizzati alla truffa da perpetrare nei confronti della gente che deve continuare a sostenerli, mentre con mano ferma affogano chi non serve loro.

NON C’E’ DA STUPIRE SE…

- «La Padania sarà libera con le buone o con le meno buone». Lo ha detto Umberto Bossi
- «Padania libera!». Così il ministro dell'Interno Roberto Maroni ha urlato in apertura del proprio intervento dal palco della festa dei popoli padani della Lega.

- Padova. «Non toccarmi, sei negra», paziente insulta infermiera di colore. Opumbertobossi1.jpgeraio di Portogruaro ricoverato al Centro ustionati inveisce contro la donna che lo sta medicando.

- Venezia. «Mentre mi bastonavano urlavano albanese di merda”» L'albanese picchiato racconta: «Erano in 8, vestiti di verde»

- Treviso. Muraro: «Il Meridione succhia il nostro lavoro» Il presidente della Provincia: «Sono contro chi fa concorsi qui e poi si trasferisce. Razzismo? No, tutela del territorio»

- Piazza del Popolo, pugni e calci perché veste strano Rissa tra "alternativi": emo picchiato da truzzo

- Avellino, calci e pugni a due fidanzatini da banda di sedicenni: volevamo divertirci




4 settembre 2009

I SOLITI DISFATTISTI !!

 “…..il ministero dell'Istruzione ha diffuso una nota in cui definisce falsi i dati sui precari diffusi in queste ore. Secondo il Miur sono meno di diecimila gli insegnanti non di ruolo a cui non verrà confermata la supplenza,….”
Edu241.jpgEcco! Sempre i Soliti disfattisti. Emmica sono tanti, sono meno di 10.000 !
Quello che mi fa imbufalire è questa specie di minimizzazione del danno.
“Non sono un milione! In fondo son solo diecimila!”..
Se fossero feti abortiti sarebbe un catastrofe, ma son “solamente” 10.000 famiglie con un reddito in meno, ed alcune senza più reddito, perché l’incarico nella scuola era l’unico introito che garantiva da anni la sopravvivenza.
I precari son persone con famiglia, visto che l’età media è di 35-40 anni, con magari un paio di lauree, con corsi di specializzazione e diplomi vari accumulati per fare punteggio. (da leggere : lettera di un precario).
Son persone che da anni son state usate per coprire le esigenze di quel pianeta scuola che ora, grazie all’impegno di chi pensa che la cultura sia un privilegio di classe, si limita a buttarli nel bidone dell’immondezza, senza scrupoli.Shadow7.jpg
Se fossero diecimila operai dell’industria metalmeccanica, quei signori, forse ci avrebbero pensato bene prima di farlo, primo perché avrebbero fatto arrabbiare gente che usa il martello, secondo perché la crisi di un settore produttivo è un concetto alla loro portata!
L’operaio produce, l’insegnante no!
La scuola è per tutti “improduttiva”, quindi si può tagliare senza problemi.
I docenti nella visione comune sono parassiti fastidiosi con la puzza sotto il naso, che hanno l’impudenza di voler giudicare quando si sa bene che sono degli ignoranti!
Smoking_in_Bathroom.jpgIgnoranti… Certo meno di quella “trota” del figlio del Bossi che ha dovuto rifare quattro volte l’esame per prendere la maturità! Eppure questo genio ora ha ottenuto una consulenza per l’Expò che gli frutta uno stipendiucolo di soli 12.000 (dodicimila!) €.
Porca Puttana! Con quella somma si garantirebbero 10 stipendi da insegnante, perché è questo lo stipendio di un precario.
Ma quella trota vale ben di più di dieci docenti, e dei due o trecento ragazzi che potrebbero usufruire di un insegnamento più corretto (10 maestri per classi di 20 allievi son 200 bambini!).
E’ evidente che “vale tantissimo” per la sua sensibilità nei confronti dei migranti, e “vale tantissimo” perché sostiene il padre, letteralmente intendo. E questo è forse l’unico punto a suo favore.
…10.000 precari son senza pane? Dategli delle brioches!
…75 clandestini morti? Potevano farsi ammazzare a casa loro, così ci evitavano di fare cattive figure in Europa.
…La ru486? Assolutamente no! Altrimenti cosa mangiano i comunisti?Health31.jpg
Non bisogna essere disfattisti.
Ottimisti, realisti e propositivi bisogna essere.
Sorridere di fronte al bicchiere vuoto pensando che infondo quello che conteneva non era di nostro gradimento.
Sto aspettando che il Microministro metta per gli statali il “misuratore di sorriso” come in Giappone (Una società giapponese ha introdotto un sistema per verificare che il personale sia abbastanza sorridente in ogni momento.) così da poter licenziare gli scontenti.
..Io verrei mandata a casa a calci nel sedere visto che in questa situazione tutti i sorrisi che mi son rimasti li regalo ai miei animali…
strillone2.gifP.S.

Scuola, ai precari supplenze brevi e la "disoccupazione" anticipata”.
Non tenendo conto del fatto che tutte le indennità di disoccupazione valgono per tempi limitati e, vista l’aria che tira, in questo caso si andrà al risparmio, c’è un piccolisssssimo problema :
Nelle scuole superiori le supplenze brevi vengono coperte da docenti interni, secondo una delle norme partorite nel passato. Allora aaaa Ministra ccheffai? pigli per i fondelli?
Tra un anno riduci ancora le cattedre, la disoccupazione non può essere rinnovata, e non tutti son figli del Bossi.
In questo marasma infine non si pensa manco di striscio ai quattrocento-e-rotti mila disgraziati che si facevano il punteggio nelle graduatorie con le supplenze brevi.. Tanto cancella anche le graduatorie.. Prenderanno un gommone per andare in africa, chissà che per loro non vada meglio..



sfoglia     agosto        ottobre
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom