.
Annunci online

  dalmiopuntodivistacon [ considerazioni, opinioni e ricordi di una professoressa in pensione ]
         

Perchè pubblico il mio Diario

Con questi chiari di luna che illuminano una scuola “sgarrupata” ed inefficiente ho pensato che la mia testimonianza reale, perché scritta per liberare nell’inchiostro il veleno o la disperazione o anche l’allegria delle mie giornate, possa mettere in luce quell’impegno, sottovalutato non solo dal punto di vista economico ma anche da quello morale, che fa di una persona “un insegnante” e di una scuola un “luogo di crescita civile e culturale”, senza i proclami vuoti di contenuto di classi politiche prive di intelligenza logica.

Seguirò, riportando le pagine del mio diario di un “qualsiasi” anno di scuola, il procedere del tempo.

Naturalmente son situazioni di parecchi anni orsono che ho deciso, con un po’ di imbarazzo per lo specifico tono autobiografico, di pubblicare in questo spazio che è diventato il mio diario virtuale, sperando che il giudizio non sia troppo severo.

Scuola Maltrattata..1° e 2° puntata.

Dal mio diario ..3° puntata.

Dal mio diario ... 4° puntata

Dal mio diario ... 5° puntata

Dal mio diario ... 6° puntata

Dal mio diario ... 7° puntata

Dal mio diario ... 8° puntata

Dal Mio Diario : Intermezzo...

Dal mio diario ... 9° puntata

Dal mio diario ... 10° puntata

Dal mio diario ... 11° puntata

Dal mio diario ... 12°...

Dal mio diario ... 12°...II°

Dal mio diario ... 13° puntata

Dal mio diario ... NATALE...

Dal mio diario ... 14° puntata

Dal mio diario ... 15° puntata

Dal mio diario ... 16° puntata

Dal mio diario ... 17° puntata

Dal mio diario ... 18° puntata

Dal mio diario ... 19° puntata

Dal mio diario ... 20° puntata

  LIBERA DI SCRIVERE !

la legge è uguale.JPG

free bloggerC3.jpg


30 dicembre 2011

MANCO MORI’ SE PO’!

funerali,costi, crisi, morte

Parlando di funerali (allegria! In fondo un anno sta morendo no?) sono venuta a sapere che:

“…il cuscino di fiori sulla bara costa 400€, una corona 280€ e in più c’è il costo della bara a partire da 2000 €… Poi ci sono costi aggiuntivi di pratiche varie, religiose e non, senza parlare del “posto al cimitero”! ”.

L’unico pensiero è stato :

Emmò, manco morì se po’!!

Poi la conversazione:

Una fossetta nel giardino e via?”

N’se po’ fa!

Abbruciateme così faccio pure calore e poi buttate la cenere ner cesso?

N’se po’ fa!

“...niente fiori, ma opere di bene..”

Questo se po’ fa..

…“ ..e na cassapanca dell’IKEA pe’ bara!

N’se po’ fa!

Fancu…! ‘N’se po’ manco morì co ‘sti chiari de luna si nun c’hai li quatrini!

L’idea del congelatore in cantina, cara a tanti telefilm, non è poi tanto da scartare!

In quest’ottica mi son chiesta quanto sia costato  “il funerale del “caro leader” della Corea del Nord”. Tutta quella gente piangente mi ha ricordato le donne pagate per piangere urlare e persino strapparsi i capelli ai funerali. Anche questo pesa sui costi di un funerale, ma in quel paese probabilmente il prezzo l’ha pagato chi non piangeva.

funerali,costi, crisi, morte

Per una come me che pensa che la morte sia la fine della vita e basta, che i rituali servano solo a chi resta per sentire meno il distacco, o per un’immagine sociale è un vero spreco di danaro, che arricchisce i “cassamortari” e rimpingua le finanze del comune.

A questo punto ho deciso di rimandare la mia dipartita a quando non troverò una soluzione al problema costi, sempre favorevole comunque al  riciclo dei pezzi ancora funzionanti, cioè cervello escluso!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. funerali costi crisi morte

permalink | inviato da AnnaSerenity il 30/12/2011 alle 17:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



24 dicembre 2011

LE TRADIZIONI

Ho sentito alla radio qualcuno che ricordava le tradizioni natalizie familiari della mia infanzia che ormai stanno scomparendo, dalla “letterina a Babbo Natale” alla poesia detta dal più piccolo in piedi sulla sedia davanti al desco natalizio.

Sono ricordi che urtano contro un’attualità di ghiaccio che li raggela.

Come si può indulgere nell’atmosfera buonista del vecchio panzuto con la divisa rossa e la barba bianca quando la tristezza di un domani incerto avvolge ogni pensiero.

Babbo NatalestellaC.JPG

La ricorrenza, legata ad una natività, dovrebbe essere un momento di unione per la nascita di una speranza di un futuro migliore.

Tre uomini su di una torre delle ferrovie di Milano combattono per avere una speranza.

Migliaia di persone (solo in Italia, nel mondo sono milioni) vorrebbero avere quella speranza che viene loro negata da una società nelle mani rapaci di pochi.

Quegli stessi pochi che cercano di vendere il lusso di cui si circondano camuffandosi da poveri incompresi che usufruiscono solo di quanto è di loro diritto e diritto di tutti.

Mi fa incazzare come una jena uno spot che definisce il lusso un diritto.

Mangiare è un diritto.

Essere curati adeguatamente quando si è malati è un diritto.

Avere un tetto sulla testa ed un letto caldo d’inverno è un diritto.

Studiare nelle migliori scuole possibili è un diritto.

Lavorare per mantenere dignitosamente la famiglia è un diritto.

Avere un vitalizio di 3000 euro a 55 anni solo perché si è stati assessori regionali, ancor più se “esterni”, questo NON è un diritto, ma una malversazione nei riguardi di chi non riuscirà mai ad andare in pensione, o ci andrà con due soldi contati chissà quando.

Senza parlare della rapina alle finanze comuni che questo comporta.

Ma l’arroganza della classe dirigente non vuole cedere nulla di quanto ha, e continua imperterrita a gridare le sue pretese, deviando la rabbia del povero verso il diverso.

Esplode allora l’imbecillità di pochi, troppi però per una civiltà millenaria.

Esplode nei confronti di chi ha più dignità di loro.

Quelli con la pelle d’altro colore. immigrati-verso-lampedusa-la-san-marco-posto-per-persone-1.jpgQuelli che hanno sfidato la morte  nel deserto e poi nel mare sostenuti solo dalla forza di un sogno.

Voglio maledire con la potenza della mia indignazione coloro che hanno fomentato e fomentano le menti deboli al razzismo, e, sia chiaro che lo fanno scientemente e non per stoltezza, al fine di poter continuare ad avere mano libera per i loro traffici.

E voglio maledirli anche perché mi hanno tolto la voglia di sorridere.

Allora torno nel “mio mondo fantastico” rileggendo un racconto scritto circa dieci anni fa in cui faccio riferimento ad un “diritto alla felicità” … s’intitola : “Favola di Natale” … guarda caso..

Favola Di Natale

 Dietro i vetri della finestra chiusa la tenda ondeggiava leggera, quasi mossa da un alito di vento;

Seduta sul divano, la mano abbandonata in una carezza continua sulla testa del cane,  Madame  ne osserva il movimento, nella luce di ghiaccio del tardo pomeriggio di quella stupida giornata invernale.

Presto comincerà a nevicare, pensa , ed il pensiero ha il colore della luce e la lievità della neve, e non lascia quasi traccia nella mente, mentre si allontana nelle strade aggrovigliate del cervello a cavallo di un bizzoso impulso elettrico, che sconvolge gli equilibri cellulari in cui incappa. 

Lentamente gli occhi prendono a fissare un punto lontano, creando contorni di ombre grigie, e nelle orecchie prende vita in suono, sempre più netto e sempre più vicino, una cantilena di natale, dalle parole senza senso, ma dalla melodia ben nota.

" ..Ui .scio  ..Meri crismas…….. ui uiscio  a meri crismas end epi niu ir… .."         …e di nuovo…     e di nuovo…

Ma nella casa non c'era nessuno oltre a  Madame  ed al suo cane, e la strada era lontana , troppo lontana per un suono così netto. 

La tenda oscillava sempre di più, ma non c'era alcun alito di vento, e la voce ripeteva all'infinito la cantilena, sempre più vicino alla signora, che quasi per istinto protende una mano verso il suono ritirandola poi di scatto. Aveva toccato qualcosa che però non vedeva! 

Madame protende nuovamente la mano guardando attentamente la punta delle dita. Ad un certo punto cominciavano a scomparire  ed iniziava la sensazione tattile.

Poi anche la mano spinta in avanti sparisce e… il suono s'interrompe,  per un  attimo il silenzio prende la forza di un boato,  poi dal nulla, dove spariva la mano, arriva  uno scroscio di risa e la voce è melodiosa ed infantile , ..

" .. mi fai il solletico !!  Chi sei ? vedo solo le tue dita.. sembri una signora!…"

Madame cerca disperatamente di collegare le sensazioni tattili con quelle uditive e con i pochi elementi scientifici che avrebbero dovuto spiegare il fenomeno, ma lo stupore paralizza le sue facoltà.

La voce  riprende..

" Ehi!! Non ti spaventare!!  Non  c'è nulla di cui avere paura ! E' solo un normale fenomeno fisico! Non te lo hanno spiegato a scuola?…" 

Madame prende fiato e proferisce un "no" talmente flebile che non muove quasi l'aria.

"Certo.." dice la voce " non mi capacito mai di come la mia dimensione, pur essendo parallela alla vostra  sia  tremendamente più sviluppata!...

…Forse sarà  merito della struttura dell'antielettrone  che riesce , con la sua carica positiva , a favorire tutte le attività cerebrali, le sinapsi vengono attraversate più facilmente per uno squilibrio di potenziale opposto al vostro! "…

Madame prende nuovamente  fiato e si raddrizza sul divano. Il cane non mostra segni di nervosismo anche se segue attentamente le mosse della padrona. Forse non sente la voce…  forse si tratta di un sogno…

" Perché il cane non  sembra sentirti? …. Cosa significa antielettrone?..  dimensione parallela.. che cos'è?.." 

.." Si, calma, ora ti spiego;

Neppure io ti vedo ma ti sento soltanto, se passi attraverso la zona di perturbazione posso vederti, ma non lo fare totalmente perché poi non so se potresti rientrare nella tua dimensione, il passaggio potrebbe essere irreversibile o causare danni permanenti al ritorno. Sono colta ma non sono un'esperta del fenomeno.

Sai che esiste l'antimateria…… è formata esattamente come la materia che tu conosci, protoni, neutroni, elettroni, ma con cariche esattamente opposte, cioè il protone dei miei atomi è negativo, dei tuoi è positivo, ma hanno la stessa massa e la stessa disposizione nel nucleo. E così anche per gli elettroni che, per me sono positivi per te negativi, l'unica differenza è nel campo generato dallo  spin……sai di che si tratta?"

…"no" ….

 " L'elettrone gira su se stesso generando un campo elettrico  che ha un verso opposto nelle due dimensioni… quali caratteristiche determini non lo so.. , ma , se pure siamo uguali come forma e dimensioni , abbiamo occhi, naso, bocca, eccetera anche noi, pure siamo più  evoluti della vostra specie, i nostri esperti hanno inventato delle lenti particolari che permettono di vedere la vostra dimensione, per questo so come siete fatti.  Ogni tanto tra materia e antimateria si forma una specie di fascia di transito per cui possiamo entrare in contatto. Il Cane sente la mia voce ma non mi vede… quindi pensa sia la radio.. o la televisione…… voi siete ancora alla televisione non è vero?…… " 

.." Si, sono sconvolta! Perché  nessuno ha mai parlato di questo? …..eppure non devo essere stata la prima……"

.." Certo che no!.. non ci facciamo  sentire spesso, ci piace giocare sugli equivoci….  In fondo è la nostra televisione, giocare con voi…..Mai sentito parlare di fenomeni paranormali?..  Siamo noi che facciamo spostare i tavolini nelle sedute spiritiche! Come ci divertiamo a rispondere secondo scemenza alle vostre paure!…. Abbiamo dei piccoli apparecchi che si comperano nei supermercati, che ci permettono di attraversare le perturbazioni, ma voi non potete vederci perché non rifrangiamo le vostre lunghezze d'onda, ma altre a voi invisibili.

Ho visto la tua mano perché stavo indossando gli occhiali dell'altra dimensione, li ho presi quando mi sono sentita toccare. "

.. " perché ti sento?"..

“perché  sfruttiamo le stesse lunghezze d'onda nel campo dei suoni, e questo ci permette di sentire da uno spazio all'altro. "

…" Allora tutte le storie di fantasmi.." ..

" Ah! Ah! .. Certo ..è sempre molto divertente…  Pensa che la scorsa settimana ho comperato un pacchetto viaggi per un castello scozzese…in quella zona sono frequentissime le perturbazioni!!

Il prossimo fine settimana , con mio marito e la bimba andiamo a spaventare qualche turista in cerca di emozioni!!"..

.. " Pacchetto turistico?.." …

"certo…. Visitiamo la nostra Scozia  … e spaventiamo la vostra….."

 .. " Ma non ci sono rischi?" ….

" No! .. forniscono tutta l'attrezzatura necessaria direttamente nel pacchetto!"

…".. ma il contatto tra materia e antimateria non dovrebbe creare  l'annichilimento della materia?.." …

" Certo se avviene in condizioni di stato normale e non perturbato come ora!.. Nella perturbazione dimensionale le caratteristiche personali restano invariate ma non entrano in contatto  con gli opposti per una sorta di campo in opposizione… non lo so spiegare meglio… è un fenomeno legato al campo  elettrico generato dalle nostre strutture  opposte, che non si attira ma può coesistere.. non mi chiedere di più! .." ..

" Quanto dura questa perturbazione?"..

 "… è stata inattesa quindi da un momento all'altro può chiudersi…a proposito mi chiamo Anna e tu?…."

..  " Anna anch'io. Quanti anni hai?… io cinquanta.."..

" Anch'io cinquanta e sono sposata con una figlia che si chiama  Sonia."…

.." Sonia come mia figlia!… senti .. tuo padre si chiamava Nino? E tua madre Eva?" ..

" Già!!!! … E' un fatto eccezionale incontrare il proprio opposto!  ..   Sai che siamo esattamente uguali?.. Ho infilato la testa nella perturbazione e ti ho vista! ..  "

.." .. sono perplessa, ma la cosa mi piace..  vivi una vita uguale alla mia?…."  …

" Non credo, ma solo perché le realtà sono diverse, però qui io sono quello che saresti tu se fossi al mio posto.." ..

" cioè.. che vita fai? "..

" .. insegno, come te, ma  nelle nostre scuole dove tutto è più tecnologico, ci pagano meglio di voi, sappiamo tutto dai racconti dei viaggiatori fra le due dimensioni, e, poi, sono stata eletta nella commissione del “diritto alla felicità” e sto facendo un ottimo lavoro, specialmente con i ragazzi….. sono riuscita ad introdurre delle macchine che permettono di sentirsi felici solo quando si apprende una cosa nuova!"

.." Invidia feroce! Ecco cosa sento! Darei la metà dei miei organi interni per avere la macchina!"…

" Pazienta ! Arriverà presto anche da voi, visto che tutto comincia dalla realtà virtuale.. quella con casco e guanti…..noi non la usiamo più…ormai tutto è diventato micro….. basta un elettrodo sulla tempia e puoi fare… l'amore con chi ti pare o essere gratificato da una torta senza mangiarla davvero, o imparare ed essere felice!"

…" Spero di vederla questa realtà.. per ora comincerò a sognarla.."..

" …la perturbazione si sta chiudendo.   Ciao….Se si riapre torn……"

….." ciao….."

Madame immersa nei suoi nuovi pensieri si riappoggia allo schienale del divano….gli occhi si perdono nel grigio del pomeriggio……cominciano i primi fiocchi di neve……domani è Natale. 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politici speranza casta lusso natale

permalink | inviato da AnnaSerenity il 24/12/2011 alle 17:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



16 dicembre 2011

MANICA DI PRIMATI

senato,manovra,lega,proteste,parlamentari,ingiustizie

I senatori leghisti protestano in aula.

Protestano? Per me schiamazzano come bertucce, fanno gazzarra per puro divertimento, con atteggiamento adolescenziale e assoluta indegnità di funzione.

Senatori! Ricordo che il Senato fu costituito da Romolo nel settecento e rotti a.C..

senato,manovra,lega,proteste,parlamentari,ingiustizie

Il termine deriva da senex (anziani o padri), perché i membri del senato erano inizialmente gli anziani del popolo romano il cui ruolo principale era 

senato,manovra,lega,proteste,parlamentari,ingiustizie

quello, in funzione della loro “saggezza” e “dignità”, 

di assistere e consigliare il re nelle decisioni da prendere.

Saggezza? Quelle scimmie ridacchianti e maldicenti dovrebbero essere i “saggi” della Repubblica italiana? Quelli che bivaccano in buona compagnia di altri primati pronti alla “dissociazione interessata”?senato,manovra,lega,proteste,parlamentari,ingiustizie

Dignità? Quale dignità hanno dimostrato e dimostrano con la compravendita dei voti come fosse un suq di periferia?

Quale saggezza e dignità hanno mai dimostrato avallando le mire di ora questo ora quello, e proteggendo a spada tratta chiunque fosse stato scoperto con il barattolo della marmellata tra le mani?

Giustificano le cose che avvengono con una pretesa di “campagna elettorale in fieri”, ma io non capisco chi sia ancora pronto a bersi le frottole sul piatto.

senato,manovra,lega,proteste,parlamentari,ingiustizieNon toccare le pensioni” scritto in grande, “e neppure i nostri interessi privati e privatissimi, né quelli delle lobbies degli amici che promettono soldi e appoggio” scritto piccino piccino.

Buffoni! E nel senso corretto del termine. Perché è molto clownescasenato,manovra,lega,proteste,parlamentari,ingiustizie la maschera di Calderoli, ed è un circo equestre quell’aula che lo ospita, piena di marionette, nani e ballerine.


Anziani lo sono, infatti spesso cedono a
lla breve “pennichella del nonno”.

senato,manovra,lega,proteste,parlamentari,ingiustizie

senato,manovra,lega,proteste,parlamentari,ingiustizie

senato,manovra,lega,proteste,parlamentari,ingiustizie
senato,manovra,lega,proteste,parlamentari,ingiustizie

Naturalmente se non sono impegnati a sfogare i loro pochi ormoni residui in bagarres o in performances seduttive.

Intanto proclamano a destra e a manca lotte all’evasione (pensando forse ai carcerati), lotte contro la povertà (loro), lotte all’immigrazione (che fa sempre presa sulla base elettorale ma non deve aver successo altrimenti non s’incazzano abbastanza), lotte agli sprechi (degli altri. Quegli accidenti di poveri mangiano troppo e  cag… come leoni inquinando più del con..cesso. Che spreco!), lotta ai privilegi ( basta che non siano loro o della chiesa, che garantisce il voto di tutti i baciapile del belpaese!).

senato,manovra,lega,proteste,parlamentari,ingiustizie

E “qualcuno” si lancia a dire che anche i meno ricchi devon fare sacrifici in questo momento di grande difficoltà dello Stato. Non si è forse accorto che i sacrifici li stanno facendo SOLO i meno ricchi?

Ho trovato divertente che abbiano previsto nella manovra la tassazione del tabacco sfuso per compensare l’attenuazione della tassa su auto e barche di lusso… basta che il ricco evasore non fumi la pipa, …in fondo è più facile che si faccia le canne di nascosto!

senato,manovra,lega,proteste,parlamentari,ingiustizie

La parola più usata in questi giorni è “rimandata”.

La realtà lampante è che la classe politica deve essere “bocciata” senza appello.


 




11 dicembre 2011

SONO PROPRIO SENZA VERGOGNA

stipendi parlamentari,vitalizzi,pirovano,ici vaticano,pensioni,insegnanti,genitori

E’ incredibile la sfacciataggine con cui si aggrappano ai loro privilegi berciando come bertucce impazzite al solo pensiero di rimetterci qualche soldo.

<<No a taglio stipendi parlamentari. Verso emendamento alla manovra>>

Poverini! Il salto sarebbe quasi mortale. Sarebbe un dimezzamento delle entrate!

Passare da più di undicimila a soli cinque/sei mila … è difficile sopravvivere così.

Dimezzare! Cioè è come se ad un pensionato a mille euro al mese portassero la pensione a seicento euro. (Cioè quello che stanno per fare, magari non in queste proporzioni).

Ma questi mica c’hanno l’abitudine al lusso, loro, no!?!.

Si dice siano più di due milioni i pensionati che hanno pensioni inferiori ai mille e quattrocento euro LORDI, cioè dai 950 circa netti in giù, e ci mantengono anche i figli disoccupati.

Fatti loro!

Poi : Guai a chi tocca i vitalizzi. E la cosa è trasversale, infatti…

<<..il parlamentare e presidente di Provincia, Ettore Pirovano della Lega Nord rassegna le dimissioni da deputato. Dopo aver resistito per anni finanche alle sentenze della corte costituzionale in merito alla incompatibilità del doppio incarico….. non vuol rischiare di mettere in discussione il suo lauto vitalizio.>>

Anche una sola legislatura è più che sufficiente ad avere diritto, e sottolineo diritto, ad una pensione superiore a quella di un operaio con 40 anni di contributi.

Legge che si son fatti da soli, come da soli devono decidere se cambiarla.stipendi parlamentari,vitalizzi,pirovano,ici vaticano,pensioni,insegnanti,genitori

Cioè è chiedere a dei ladri di essere onesti… equandomai!

Poverini! Il loro lavoro è usurante! Vuoi mettere lo stress che subiscono a difendere quotidianamente il proprio interesse contro tutti?

Invece una donna che si occupa per sole otto ore di un lavoro in fabbrica, magari su tre turni, e tornata a casa diventa colf., badante, baby sitter, cuoca, stiratrice, e magari anche idraulico o elettricista, quella non è usurata! Quella è privilegiata!

Il lavoro casalingo lo fanno da soli i detersivi, le aspirapolvere, gli spazzoloni eccetera, basta accendere la tv e se ne ha la prova!

Se poi fa l’insegnate, addirittura di scuola materna (per non mettermi in mezzo!), solo sei ore con 
stipendi parlamentari,vitalizzi,pirovano,ici vaticano,pensioni,insegnanti,genitoriventicinque ragazzini dai tre ai cinque anni, alcuni da allevare da zero perché le mamme non hanno insegnato loro a mangiare cose solide e quindi non sanno masticare il cibo, (giuro che avviene!), per questa categoria è una passeggiata il lavorare.

E’ così bello occuparsi di quegli angioletti urlanti, pieni d’energia, con il moccolo al naso e dei genitori trentenni che pensano di sapere tutto di pedagogia di fronte ad una sessantenne che fa la maestra da quarant’anni.

Allora in pensione a sessantatre o sessantaquattro anni.

O in cimitero per suicidio, così si diminuisce l’esborso dello stato e si possono tranquillamente aumentare i vitalizzi!

Poi la storia dell’ICI per il Vaticano (video)… 

Il cardinale è pronto a discutere”.

Non pronto a pagare, secondo giustizia ed equità, alla pari delle “pecorelle” del suo gregge che non sanno più a che santo votarsi.

A discutere.

Per arrivare al solito nulla di sostanza e fumo per l’apparenza.

E il solito Cav. non vuole l’asta delle frequenze che salverebbe le pensioni da fame, e la chiesa  dice “si, vabbè, però…”, e la casta studia sentieri e passaggi nascosti per salvarsi i privilegi, e le spese militari stipendi parlamentari,vitalizzi,pirovano,ici vaticano,pensioni,insegnanti,genitorinon si toccano, anzi vanno a fottere i soldi allo sviluppo per darli alla difesa, …

Tra poco non ci sarà più bisogno di difenderci, saremo tutti talmente depressi che basterà un soffio di vento per farci volare via, visto che spremono sempre lo stesso limone e non riusciamo a toglierceli dai cabasisi! 




4 dicembre 2011

"COSÌ POTRÒ CURARE LA MIA BAMBINA"

Lily depressa.JPG

"Getta la moglie dalla finestra poi si lancia nel vuoto Un biglietto nell'appartamento: "Così potrò curare la mia bambina""

Devo liberare la mia tristezza. Quanta disperazione, quanta solitudine e quanta umanità in questo gesto.

Son anni che sento ciarlare il mondo della politica in merito alle proprie esigenze.

LorSignori hanno le cure sanitarie garantite addirittura per i familiari ed anche dopo l’uscita di carica, mentre quel popolo cencioso che li foraggia con le tasse, ritenute alla fonte quindi impossibili da evadere, finisce per scegliere l’unica via di fuga che gli si prospetti : la morte.

Non è giusto! La sento sulla pelle la disperazione di chi non vede via d’uscita.

La religione costringe a vivere.

Lo Stato costringe a vivere.

Ma a chi li rappresenta nulla importa delle nostre vite o delle nostre morti se non interferiscono con i loro interessi.

E quando sostengono il contrario mentono e sanno di mentire.

La loro sete di potere e di danaro giustifica qualunque azione per riprovevole o disonorevole che sia.

Alla gente comune nulla è dovuto. Devono pietire  per i loro diritti.

Agli arroganti invece tutto è dovuto. E se lo prendono senza pudore.

Si parla ancora di tagliare sul sociale per riequilibrare i conti in profondo rosso, ma non si parla di far uscire i soldi dalle tasche di chi da decenni lucra su forniture e appalti, si ventila il solito tiket magari sulle degenze ospedaliere.

All’ospedale di Treviglio per ridurre le spese hanno eliminato il mezzo litro di acqua minerale ai degenti, ma non l’auto blu con autista del direttore generale, che viene scarrozzato quotidianamente dalla residenza abituale in altra provincia e ritorno, e, per buon peso, l’autista è stato assunto tramite concorso (addomesticato?) nel settore amministrativo della struttura.

In questa maniera la solitudine e la disperazione delle persone socialmente fragili aumenterà ed aumenterà la rabbia di quelle che non possono costruire un futuro.

“Porta a porta” così avrà di che parlare, magari con personalità di spicco, mentre fuori dalle mense dei poveri la fila si allungherà e, senza disturbare la Svizzera, più di qualcuno farà la sua scelta.




permalink | inviato da AnnaSerenity il 4/12/2011 alle 16:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     novembre        gennaio
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom