Blog: http://dalmiopuntodivistacon.ilcannocchiale.it

TANTE CHIACCHIERE PER NULLA..

Tanto rumor per nulla.. ancora una volta si parte a lancia in resta per la novella guerra di religione!

Causa scatenante la sentenza della  Corte di Strasburgo: Via crocifisso dalle aule”.crocifisso2.jpg

“La Cei: irresponsabile cancellarlo. - Gelmini: simbolo della nostra tradizione. - Bersani: non è offensivo per nessuno. - Il governo italiano annuncia ricorso.

Povero Cristo in croce! 

Periodicamente brandito come arma da mani calcolatrici, testimone di una vita sconvolta dall’avidità rapace di chi lo agita gridando più forte.

“Simbolo della nostra tradizione” dice la “madama dall’occhio vacuo” che sta calpestando con le suole chiodate la tradizione di cultura della nostra scuola.

E’ importante che il crocefisso resti e chissenefrega se vedrà un’aula piena di volti annoiati dalla barbosa lezione frontale, l’unica possibile con più di trenta allievi di fronte.Edu45.jpg Quale lezione puoi fare se per l’affollamento puoi a malapena girare tra i banchi per controllare che non abbiano l’i-pod nelle orecchie mentre parli.

Chissenefrega se capiscono o meno, hanno ridotto le ore, basta parlare più in fretta e son cavoli loro! Tu il tuo dovere di docente lo fai spiegando, poi…( Mi domando che lingua si possa imparare in due ore settimanali di lezione ad esempio).

Ma l’importante è mantenere “il simbolo della nostra tradizione” appeso al muro , così oltre all’essere inchiodato avrà la tortura di veder ciò che vedrà!

Un giorno ho trovato il crocifisso con l’effige a faccia in giù Cross.JPGsulla cattedra. Alla richiesta di spiegazioni mi è stato detto che “Tizio” si era cambiato in aula e volevano risparmiare l’orrore di quella vista  al Cristo.  Questi sono i ragazzi. Meravigliosi nella loro semplice ironia. E pensate che possa fregar loro qualcosa se c’è o non c’è un simbolo cattolico sulla parete?

E forse sarebbe meglio non ci fosse o fosse nuovamente a testa in giù sulle cattedre piuttosto che assistere al degrado morale di una gioventù che a colazione mangia merendine e risse verbali piene di epiteti e mancanza di rispetto per gli altri, o latte addolcito da immagini di sesso esplicito che la mia generazione ha conosciuto solo dopo la maggior età (io son diventata maggiorenne a 21 anni).

Ho avuto allievi ebrei, mussulmani, testimoni di Geova e protestanti, ognuno di loro portava il suo credo nel cuore e nessuno criticava gli altri. Guai invece se si parlava della squadra di calcio.. allora erano fiumi di sangue virtuale!Edu19.jpg

Ora debbo sentire che su di un giornale si grida al “vogliono farci diventare tutti mussulmani”. Ma che idiozia! Per cavalcare un’onda si sventola un fantasma.  

Ormai tutto si fa non per convinzione , ma per calcolo. Quello delle elezioni regionali in arrivo. Non c’è buonafede dietro i proclami. Non c’è razionalità nelle scelte. Ancora una volta si difende un simbolo e si distrugge il futuro dei giovani.

Accidenti!!! Aprite gli occhi!  Stanno giocando con le nostre vite!
Il parlamento è in pausa perché non possono assicurare la copertura economica alle leggi e non c’è nulla da discutere.

Migliaia di persone sono con l’acqua alla gola per la perdita o quasi del lavoro.

Non c’è una lira manco a piangere, ad esclusione che per quello che interessa i soliti caimani.

E cercano di farci scordare i crampi per la fame distraendoci con l’aria fritta!

Pubblicato il 5/11/2009 alle 12.10 nella rubrica attualità.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web